menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas, Rigoli: "Testa al Foggia, il mio futuro? Non ho sentito nessuno"

Dopo il punto d'oro conquistato, Rigoli affronta una nuova settimana. L'allenatore parla anche del suo futuro, si dice tranquillo. Sul tecnico akragantino potrebbero esserci gli occhi di grandi club

L'Akragas torna al lavoro, Pino Rigoli ritrova la sua squadra. "Il Lecce? Abbiamo giocato da squadra. Emozioni? Normali". L'allenatore dell'Akragas ha portato a casa un pareggio fondamentale: "Continuo a pensare che la salvezza sia a quota 40 punti, dobbiamo lavorare bene anche questa settimana. Le scelte fatte contro il Lecce? Le rifarei. Vono? Ha fatto il suo dovere, non mi sento di dare un voto al singolo giocatore. Ripeto abbiamo giocato da squadra, contro un Lecce molto forte. Cristaldi è entrato in campo molto bene, lottando con una difesa a mio avviso pronta per la serie B. Ha fatto una scelta coraggiosa è stato poco fortunato nella conclusione". 

Il prossimo avversario dell'Akragas è il Foggia e Rigoli lo presenta così: "Il campionato è apertissimo. Loro sono una delle squadre più forti del torneo, giocano un buon calcio, sono anche in finale di Coppa Italia e questo mi fa piacere. Hanno dei giocatori che ti possono colpire in qualsiasi momento, dobbiamo stare molto attenti". 

Gli occhi della LegaPro sono si puntati sull'Akragas, ma anche su Pino Rigoli. Un tecnico che è riuscito a risollevare l'Akragas, adesso il futuro è nelle sue mani."Non ho sentito la società - spiega l'allenatore - c'è ancora tempo. Sono molto concentrato sul mio obiettivo: la salvezza dell'Akragas. Sono sincero, se qualche altra squadra ad oggi si dovesse fare avanti declinerei l'invito, è una questione di correttezza". 

Nelle ultime uscite Madonia non è stato lucido sotto porta, Rigoli la pensa così: "Lui è un grande giocatore, contro il Catania ha davvero spaccato la partita. Nella sfida di Lecce ho chiesto tanto sacrificio, ovviamente dopo essere lucidi e freddi è difficile. Ma Madonia non si discute"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento