menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas, "l'urlo" di Rigoli: "Patto di ferro con la squadra"

Il tecnico biancazzurro nella conferenza stampa infrasettimanale ha caricato la squadra. Rigoli, non perde da quattro partite

"L'Andria? Ha dei giocatori molto importanti". Conferenza infrasettimanale di mister Pino Rigoli. L'Akragas quest'oggi prepara la sfida di domenica, con l'Andria. "Quota salvezza? Per me si raggiunge con quaranta punti, però potrebbero trentasei o trentasette punti. Il mio obiettivo - ammette Rigoli - è vincere il più possibile. La classifica? L'ho guardata per la prima volta due giorni fa". 

Pino Rigoli viaggia a medie altissime, la sua squadra in campionato non perde da quattro turni. "Non pensavo di avere questo impatto così forte, non credevo di accumulare questi punti. Cosa è cambiato? Io conosco i miei metodi di lavoro, per me l'aspetto mentale è fondamentale. Ho un patto di ferro con la mia squadra - continua il tecnico - loro, si sono consegnati completamente a me. Ogni allenamento è talmente intenso che davvero abbiamo quasi il ritmo partita. A loro - dice Rigoli - concedo un giorno di relax, a me concedo qualche ora".

E' tornato più forte di prima, il tecnico biancazzurro, lui Agrigento la conosce davvero bene: "E' una piazza calda, qui quando vinci vale davvero il doppio e quando si perde, demoralizzarsi è facile, per questo dobbiamo stare sempre attenti. Chi nasce in Sicilia - ammette Rigoli - deve sapere sempre cosa fare, deve essere sicuro di se stesso, oppure davvero non va da nessuna parte. Il mio segreto? Non ho segreti, io dico sempre ciò che penso in faccia. Io  mi fido della mia squadra e loro si fidano di me. Domenica dobbiamo scendere in campo con la giusta convinzione, senza mai dimenticare quali sono i nostri valori". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento