Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Akragas, Peppino Tirri: "Rigoli resta con noi, svizzeri? Smettiamola"

Il dirigente biancazzurro parla del futuro. Peppino Tirri conferma Pino Rigoli ed è pronto a programmare il futuro. La cordata svizzera? Il biancazzurro nega tutto

Peppino Tirri

L'Akragas nelle mani degli svizzeri? Peppino Tirri smentisce tutto. Il dirigente dell'Akragas lo fa prima tramite i social.  La notizia è rimbalzata questa mattina, il quotidiano La Sicilia dà per vicino l'accordo tra il club di Agrigento e gli emissari di una cordata rossocrociata. 

"Sono stanco di queste supposizioni o altro ancora - ha detto Tirri ad AgrigentoNotizie. Non c'è nessuna cordata o chissà che". L'Akragas nelle mani degli svizzeri, Peppino Tirri non ci sta: "Non c'è nessun accordo, con nessuno". E sul futuro biancazzurro, Tirri ha le idee chiare: "Se io fossi il proprietario dell'Akragas da chi ripartirei? Da me".

Ambizioso e sicuro di se, Peppino Tirri poi parla anche di Pino Rigoli: "Si deve ripartire da lui. Ci siamo sentiti ieri ed è contento di restare, posso dire che l'Akragas riparte da lui. I miei giocatori? Da scomesse sono diventate certezze. Questo - dice Tirri - mi riempie d'orgoglio. Molti di loro sono ricercatissimi, tanti i club di B e LegaPro hanno chiesto referenze. Se noi avessimo avuto pazienza e un altro tipo di programmazione, forse oggi ci saremmo tolti grandi soddisfazioni. Contento che in molti vogliono restare? Si, vuol dire che abbiamo fatto un buon lavoro". E sulle riunioni in programma, Tirri dice: "Dobbiamo programmare il futuro, budget e quant'altro. In settimana? Vedremo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, Peppino Tirri: "Rigoli resta con noi, svizzeri? Smettiamola"

AgrigentoNotizie è in caricamento