rotate-mobile
Sport

CALCIO, ECCELLENZA: Akragas laboriosa ma efficace, a segno i bomber biancazzurri

Le due "prime donne" a dispetto dei ruoli naturali, hanno saputo coesistere e trascinare i...

Akragas batte Valderice 2 a 0. La squadra biancazzurra è laboriosa, a volte leziosa ma quando vuole efficace. Sono due le chiavi di lettura della domenica targata Akragas. La prima è positiva: risultato voluto e ottenuto dai due bomber Carbonaro e Bennardo. Le due "prime donne" a dispetto dei ruoli naturali, hanno saputo coesistere e trascinare la compagine akragantina alla vittoria.

La seconda chiave di lettura, a volte non rilevante quando si portano a casa i tre punti, è quella che racconta di un Akragas troppo leziosa nel primo tempo e laboriosa sulle fasce. Lavoro di sacrificio quello svolto oggi da Piazza che fornisce palle importanti a Spina il quale con la velocità che lo contraddistingue sguscia via come una "saetta": buona oggi la prova del giovane biancazzurro. Da un buon lavoro di un giovane, a un ottimo lavoro di un meno giovane: Vincenzo Montalbano, eroico e mattatore della giornata. Gioca il mister akragantino, gioca e prende tante botte, ma non si lascia intimorire da un'entrata "killer" del difensore valdericino Patti, provocando un taglio alla testa al tecnico dell'Akragas che continua la gara con una vistosa benda.

Scarno di emozioni il primo tempo, nel quale si può segnalare solo un'azione: traversone di Montalbano che attraversa tutto il campo e va trovare un pronto Spina, che viene atterrato in area di rigore avversaria. Per l'arbitro Musumeci, beccato per tutto l'arco dell'incontro dai tifosi akragantini, però, l'azione è regolare e il numero sette biancazzurro viene ammonito per le vibranti proteste. Il primo parziale si chiude a reti inviolate.

Nel secondo tempo Montalbano si gioca la carta Carbonaro che fa subentrare al posto del giovane De Luca. Passano una manciata di minuti e il neo entrato si procura un calcio di punizione al limite dell'area di rigore avversaria: prova dalla distanza Piazza, tiro ribattuto dalla barriera. E' un Carbonaro visibilmente rinvigorito quello sceso in campo pomeriggio che ha voglia di far bella figura. Mentre il Valderice si chiude a riccio e difende con nove uomini, al 16' passa l'Akragas. Solita discesa di Capraro che crossa al centro dove trova pronto Carbonaro, che schiaccia di testa e batte il portiere ospite. Urlo di liberazione per l'attaccante akragantino che si va a prendere l'abbraccio di compagni e presidente, ma anche per tutti i tifosi presenti allo stadio Esseneto.

Insiste l'Akragas e il raddoppio non tarda più di tanto. Al 20' tocca a Bennardo mettere la firma sulla gara a conclusione di una triangolazione perfetta eseguita con Guastella e Spina: cross millimetrico di Guastella per Spina che dopo avere agganciato la sfera effettua un passaggio delizioso al capitano akragantino che di mestiere la mette in rete a pochi passi dal portiere. Akragas 2 Valderice 0. Continua ad attaccare l'Akragas, difende a denti stretti il Valderice. Partita che finisce con i ragazzi di Montalbano catapultati all'interno dell'aria avversaria.

Nel post partita soddisfatto il presidente Giovanni Castronovo:"Felice di questi tre punti, dobbiamo continuare a insegure senza mollare mai. Domenica siamo di scena a Palermo, il Mazara incontrerà il Campofranco speriamo che da lassù qualcuno ci voglia bene".

Foto di Calogero Montana Lampo


CALCIO, ECCELLENZA: Akragas laboriosa ma efficace, a segno i bomber biancazzurri

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CALCIO, ECCELLENZA: Akragas laboriosa ma efficace, a segno i bomber biancazzurri

AgrigentoNotizie è in caricamento