rotate-mobile
Sport

L'anno buono, Vindigni e Risolo: "Akragas vinciamo insieme"

Il difensore e il centrocampista sono stati i protagonisti della conferenza stampa di ieri pomeriggio allo stadio "Esseneto". Giovani e con voglia di riscatto, i due giocatori biancazzurri hanno risposto alle domande dei giornalisti

Tempo di conferenza stampa in casa Akragas. Nel tardo pomeriggio di ieri, il difensore biancazzurro Ciccio Vindigni e il centrocampista Andrea Risolo hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti all'interno della sala stampa dello stadio "Esseneto".

"Io via da Agrigento? E' stato soltanto un piccolo malinteso. La chiamata è arrivata dopo, ma è arrivata". Sono queste le parole di Vindigni; l'ex Ragusa aveva salutato i suoi tifosi tramite il suo profilo Facebook. Dopo qualche giorno, la chiamata del presidente Silvio Alessi, telefonata che ha sancito l'accordo tra l'Akragas e il difensore.

 "Rispetto alla scorsa stagione, abbiamo più individualità. Meloni? Meglio averlo come compagno di squadra - ammette Vindigni. Non dimentichiamo Roberto Chiaria e il giovane Tresor, anche loro sono molto forti".

La grande partenza dell'Akragas in campionato, la ritrovata forma fisica dei biancazzurri, Vindigni risponde così:"Abbiamo iniziato in ritardo, non nascondo che i sacrifici ci sono stati. Fortunamente - dice Vindigni - siamo riusciti a trovare la forma migliore. L'obiettivo è vincere il campionato, ma dobbiamo andarci piano, ma con tutti gli scongiuri del caso credo che questo sia l'anno buono".

A pochi giorni dalla sfida contro la Leonfortese, valida per la terza giornata di campionato, Vindigni vuole la vittoria: "E' una partita difficile, ma dobbiamo essere bravi a conquistare dei punti. A Leonforte c'è grande entusiasmo. Chiunque incontri l'Akragas, gioca al 110 percento, siamo una sorta di Juventus del campionato della serie D".

I giovani biancazzurri di questa stagione hanno ben impressionato il difensore Ciccio Vindigni: "Abbiamo un parco under importante, dal portiere all'attaccante; ma anche Risolo, Aprile, Dentice. Sono giovani vogliosi e di grande personalità".

Accanto a Ciccio Vindigni, il centrocampista che tanto sta facendo parlare di sè: Andrea Risolo. Approdato all'Akragas da meno di un mese, è già diventato punto fermo nello scacchiere di mister Giancarlo Betta. 

"Non mi aspettavo di essere subito titolare contro l'Agropoli - dice Risolo - il mister mi ha dato fiducia e io sto cercando di ripagarlo con buone prestazioni. Mi hanno parlato bene di Agrigento, i miei genitori mi hanno spinto ad accettare e adesso sono molto contento di essere qui. Cosa mi ha convinto? La voglia di questa squadra a vincere il campionato. Ho la fortuna di allenarmi con giocatori importanti, tra questi Davide Baiocco. Agli allenamenti, ma anche in partita mi dà tantissimi consigli, non fa altro che parlarmi e questo mi fa enorme piacere. A chi mi ispiro? Ad Andrea Pirlo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'anno buono, Vindigni e Risolo: "Akragas vinciamo insieme"

AgrigentoNotizie è in caricamento