menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas Futsal? Avanti un altro, battuto anche lo Sporting

La squadra di Agrigento continua a non conoscere rivali, i biancazzurri viaggiano a medie altissime. La squadra di Castiglione batte lo Sporting e conquista punti fondamentali in chiave classificia

Ennesima vittoria per il rooster della Valle dei Templi, che riesce ad espugnare dopo un match in bilico per 45 minuti l'ostico campo dello Sporting Soccer, con il risultato di 6 a 2. La vittoria  permette agli uomini di Castiglione, di portare a quattro i punti di vantaggio sulla Vigor San Cataldo, fermata sul 2 a 2 a Mascalucia ad una settimana dal derby contro il Canicattì.

Partita esaltante quella giocata dai ragazzi biancazzurri, che sul gommato di Gela affrontano uno Sporting grintoso che imbriglia gli akragantini in un match duro, maschio e combattuto che vede chiudersi il primo tempo sul risultato di 1 a 1; il vantaggio dei padroni di casa e quasi immediato con una bella conclusione di Moscato, il pareggio della capolista arriverà con una splendida rete di Carlo Hamici.

Una prima frazione di gioco combattuta, che vede le due squadre affrontarsi colpo su colpo; con la capolista che va più volte vicina alla rete del vantaggio; ma Ciscale (straordinaria la prova del numero 1 celeste) oggi appare a tratti insuperabile. Il secondo tempo sarà pieno emozioni ed intensità: sarà la rete di Sirone a dare il via alle danze; il vantaggio bianco azzurro però dura poco, venendo immediatamente acciuffato da Mammano che riporta le due squadre alla parità al 35'.

La partita è equilibrata: si combatte su ogni palla, si intuisce che è questo, il momento decisivo del match; un episodio o una giocata, sembrano poter essere lo spartiacque di questa combattutissima partita, che viste la qualità e la quantità di emozioni offerte, potrebbe essere usata come spot per promuovere il Futsal siciliano. Sarà una rete di Peppe Francolino su assist di Federico Sutera Sardo a rompere questo equilibrio ed a portare in vantaggio il gigante. La rete del numero 11 bianco azzurro, galvanizza gli akragantini che ora in scioltezza dilagano, trovando altre tre reti: due con il solito immancabile Hamici (devastante a tratti il 20 bianco azzurro) una delle quali su assist di Gianluca Isgró (eccezionale la partita del palermitano) ed una di Francesco Daino,  direttamente dalla sua area.

Alla fine sarà 6 a 2 per gli uomini di Peppe Castiglione che nonostante le assenze di Agnello e Di Sciacca, sbancano Gela, grazie ad una prestazione maiuscola, mostrando  grinta e carattere da grande squadra. Una vittoria che attesta la grandissima maturità che i ragazzi akragantini oggi capitanati da Ignazio Fiore sembrano avere raggiunto; i tre punti di oggi permettono alla capolista di allungare sulle inseguitrici, vedendo sempre più vicino un obbiettivo che per la matricola bianco azzurra ad inizio campionato sembrava una chimera; il risultato ed il gioco proposto dal quintetto della città dei Templi, al di là di quello che sarà l'epilogo della stagione, rappresenta la vittoria del collettivo e delle scelte tecnico/tattiche dell'ottimo mister bianco azzurro.

Il prossimo appuntamento con il gigante sarà sabato prossimo alle 15 e 30 al Palaforum Bellavia per il sentitissimo derby contro l'ottimo Canicattì, per un match che promette un'altro pomeriggio di sport, spettacolo ed emozioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento