menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas, Di Napoli: "Voglio gente con i polmoni d'acciaio"

L'allenatore dei biancazzurri è un fiume in piena: obiettivi, strategie di mercato e tanto altro, il neo tecnico è pronto a conquistare Agrigento

Prima conferenza stampa di mister Di Napoli. L’allenatore dell’Akragas ha fatto il punto della situazione. Ritiro, nuovi innesti e tanto altro. Più di mezz’ona in sala stampa, per un tecnico che non lascia nulla al caso. "Sono lusingato d’essere l’allenatore dell’Agrigento – ha detto Di Napoli.

"Sono tornato in un posto dove ho lasciato dei grandi ricordi. E’ rimasto tutto indelebile dentro di me, come i colori di questa maglia. Ho trovato grande disponibilità da parte dei ragazzi – ha continuato Di Napoli. Ritiro? rimarremo qui, perché voglio rimanere qui. Chi viene qua ad Agrigento capisce subito l’importanza di questa maglia. Sono contento del calore dei tifosi - dice -  si sono dimostrati civili e tranquilli. Hanno apprezzato anche i sacrifici che questa società sta facendo. Quotidianamente lavoro con Almiron e Catania ma anche con Tirri, senza perdere di vista l’obiettivo, cioè quello di migliorare l’organico. La società sta facendo dei grossi sacrifici in modo da allestire la squadra nel modo migliore".

E’ un fiume in piena Di Napoli, l’allenatore non esalta il singolo ma il gruppo di lavoro: "Mi ha impressionato il gruppo, per la disponibilità che ha dato. In questa fase di campionato c’è da fare grandi sacrifici. Ci sono giocatori importanti come Marino, Scrugli e Cocuzza, mi aspetto sempre il massimo".

E su Salandria – alla sua seconda stagione in biancazzurro – l’allenatore è stato chiaro: "Sono contento che resti con noi. Sono convinto – dice -  che quest’anno è un anno importante per loro, per molti può essere anche la consacrazione. Per me la cosa importante è la determinazione e la cattiveria agonistica, la squadra ha capito cosa voglio".

E sulle strategie di mercato, Di Napoli dice: "A me non mi piace essere una marionetta, con la società c’è un confronto quotidiano. Chi viene – spiega -  qua è perché viene ad integrarsi ad un progetto. Non amo dei giocatori che hanno poca fame, questo è un campionato dove agonismo e determinazione la fanno da padrone. Voglio gente che abbia i polmoni d'acciaio".

 L’Akragas ha un nuovo portiere, è Pasquale Pane. L’estremo difensore è una vecchia conoscenza del tecnico. "Abbiamo preso un portiere per la categoria importante, ha avuto un problema al ginocchio, ma ha recuperato. Pane, è un ragazzo che due anni fa ha sfiorato la B con il Benevento parando due rigori. E’ un ragazzo affidabile. I giovani? Li stiamo valutando, alcuni possono essere idonei al nostro progetto”. Obiettivi stagionali e voglia di fare, Di Napoli parla così: "Noi dobbiamo volare basso e cercare d’essere una sorpresa del campionato, sappiamo che fa caldo ma dobbiamo lavorare. Mi piace la praticità. Stiamo completando la rosa. Adesso cerchiamo un esterno d’attacco e un attaccante".

Di Napoli è un allenatore che fa del calcio pratico una propria ragione di vita: "Vorrei un centrocampo aggressivo ma sbarazzino nello stempo tempo. Voglio gente capace di recuperare palloni ai settanta metri. Difesa? Abbiamo una coppia di centrale che mi piace tanto: Marino e Thiago, ma certamente qualcuno arriverà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento