menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Daspo per i tifosi dopo Akragas-Pomigliano, Alessi: "Spero che tutto si chiarisca"

Sono stati riconosciuti e deferiti all'autorità giudiziaria quindici sostenitori akragantini. Il massimo dirigente biancazzurro si augura che tutto venga chiarito, senza precludere agli ultras la possibilità di assistere alle partite

Torna a parlare il presidente dell'Akragas, Silvio Alessi. Il massimo dirigente interviene dopo i provvedimenti presi dalla Questura nei confronti di quindici tifosi, dopo quanto accaduto durante la sfida tra Akragas e Pomigliano.

"La straordinaria ed esaltante stagione dell'Akragas è stata frutto di tre fattori: società, squadra e tifosi. Purtroppo - ammette il patron - registriamo l'apertura di un procedimento amministrativo per l'applicazione del daspo nei confronti di quindici tifosi, che al termine della semifinale Akragas-Pomigliano hanno voluto manifestare il loro entusiasmo per la vittoria della squadra del cuore, abbracciando in campo i loro beniamini".

"Ci auguriamo  - continua Alessi - che questi fatti possano essere chiariti e che agli stessi tifosi non venga preclusa la possibilità di continuare ad assistere alle partite dell'Akragas. La nostra società ribadisce che la passione calcistica deve essere manifestata con senso di sportività, rispetto per gli avversari e collaborazione con le forze dell'ordine. Fattori imprescindibili ed irrinunciabili per la nostra società".

?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento