rotate-mobile
Sport

Akragas, Pezzella: "Che gioia a Catania, adesso testa al Catanzaro"

Nella sala stampa dello stadio "Esseneto" anche il giovane Fausto Coppola, compagno di reparto dell'argentino

L'Akragas torna ad allenarsi. Smaltita la "sbornia" di Catania, i biancazzurri pensano al Catanzaro, prossimo avversario in campionato. In sala stampa al pronti via della settimana, Bruno Pezzella e Fausto Coppola. Il primo è argentino, carisma e piedi buoni, il secondo è italianissimo e giovane.

BRUNO PEZZELLA: "Siamo tranquilli e concentrati  - ha detto il centrocampista - naturalmente molto soddisfatti per avere raggiunto un risultato fondamentale come quello di Catania. La vittoria ci dà morale e forza. Siamo consapevoli del fatto che con l’umiltà e l’applicazione possiamo fare risultato contro qualsiasi squadra. Catanzaro? Lavoriamo con serenità e umiltà. Critiche? Abbiamo risposto sul campo ed è quello che vogliamo continuare a fare". Mister Di Napoli in avanti ha fatto spazio, l'attacco adesso è meno affollato, Pezzella può spaziare meglio: "Mi trovo molto bene ma dipende dal movimento di tutta la squadra. Con questo assetto siamo in tanti a fare la fase difensiva e quindi può risultare meno gravoso il mio ruolo ma i moduli non sono l’unica cosa che conta nel calcio. Sono decisivi i movimenti di tutta la squadra".

FAUSTO COPPOLA: "Contro il Catania, era importantissimo vincere per il morale ma anche per la classifica. Sulla carta è una partita come le altre ma il fascino di un derby vinto in trasferta è superiore. Adesso - dice - dobbiamo lasciarcelo alle spalle e tenere i piedi per terra. Ci aspetta una gara molto complicata, domenica, affronteremo il Catanzaro che è una squadra di categoria e sempre molto ostica da affrontare. Più spazio? Per adesso il mister sta facendo giocare altri ma io sono sempre pronto e disponibile quando è il mio momento. Mi impegno al massimo. Sono soddisfatto di potere essere utile. Penalizzazione? Non spetta a noi pensare a questo, non temo un contraccolpo psicologico perché mancano ancora troppe partite".

Allo stadio "Esseneto" si è visto anche il giovane Luca Palmiero. L'attaccante napoletano è reduce da un intervento importante al menisco. "Sto bene. Ma ovviamente ho bisogno un pò di tempo per ritrovare la giusta condizione fisica".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas, Pezzella: "Che gioia a Catania, adesso testa al Catanzaro"

AgrigentoNotizie è in caricamento