rotate-mobile
Sport

Akragas - Arezzo, le interviste del post partita

Visi distesi e clima festoso in quel dello stadio "Esseneto". Il patron biancazzuro Alessi elogia e ringrazia i propri ragazzi

Clima festosto in casa Akragas e post partita rilassato. Sensazioni diverse in casa dell'Arezzo, che con convinzione speravano di portare a casa la qualificazione.

Ad aprire le interviste in sala stampa è stato il presidente biancazzurro Silvio Alessi: "Onore all'Arezzo, ha disputato una grandissima partita. Sono stati bravi, ma oggi i miei ragazzi hanno onorato e sudato la maglia fino all'ultimo. Sono contento della loro prestazione e del loro impatto alla partita. Volevamo la semifinale e l'abbiamo ottenuta. Il pubblico? Oggi eravamo in tantissimi e domenica dopo domenica vedo sempre più gente, questo non può che farmi piacere".

Silvio Alessisabato aveva pronosticato un gol di Nicola Arena; pronostico oggi andato a buon fine: "L'ho visto veramente motivato in settimana, me l'aspettavo. Sapevo che oggi avrebbe giocato bene".

Ad elogiare i granata il loro allenatore Cardinali: "Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi, hanno giocato con intensità e non hanno mollato mai. Premio l'atteggiamento e la loro pazienza. I miei non hanno perso mai la testa. Faccio i miei complimenti all'Akragas e a tutto l'ambiente. I giocatori dell'Akragas? Saraniti è un 'animale': fa reparto da solo, è un giocatore fantastico. Se mi è piaciuto l'arbitro? Sono sincero, no".

Applausi per il tecnico Pino Rigoli, che in sala stampa ha esaminato il match: "Siamo stati bravi oggi, la partita non era facile e non ci siamo lasciati sovrastare dall'Arezzo. Saraniti ha fatto una grande partita, ma oggi i miei complimenti vanno a tutti quanti. In settimana tutti i dirigenti sono stati accanto alla squadra".

Nella semifinale l'Akragas, affronterà  il Pomigliano: "Affrontiamo i campani con la stessa forza di oggi. Sarà una partita difficile e dobbiamo stare concentrati. Agrigento si merita di vivere queste giornate, dopo vent'anni di sofferenza questo è il giusto premio. Le condizioni fisiche dei giocatori usciti anzitempo? Oggi non posso saperlo, stacchiamo la spina e pensiamo al Pomigliano da lunedì".

Nella sala stampa dello stadio "Esseneto" anche il direttore generale dell'Arezzo, Pagni. "Oggi siete stati bravi, ma noi non siamo stati da meno. Con questa vittoria avete un piede in Lega Pro, se vincete i playoff, secondo me la serie C non la toglie nessuno. Conosco bene Rigoli e conosco bene Agrigento, mio padre era innamorato di questa città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas - Arezzo, le interviste del post partita

AgrigentoNotizie è in caricamento