menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas beffato, al '90 sfuma la seconda vittoria casalinga

I biancazzurri avevano chiuso la prima frazione di gioco in vantaggio, grazie alla rete di Zanini. A tempo scaduto l'Andria pareggia con Cianci

Doccia fredda allo scadere per l’Akragas, pareggio nell'ultimo minuto di recupero per i biancazzurri. L'Akragas butta via una vittoria importante.

Caldo torrido allo stadio “Esseneto” e biancazzurri a caccia del quinto risultato utile consecutivo. Akragas e Andria si studiano per più di mezz’ora. Il tecnico

Di Napoli da fiducia agli undici anti-Foggia, lasciando in panca Cocuzza e Salandria. L’Akragas è priva delle spinte dei terzini, l’assenza di Scrugli sulla corsia si sente. A spezzare gli equilibri, però, ci pensa Matteo Zanini.

Al 33’ il centrocampista ci prova dai venticinque metri, la palla di Zanini finisce lì, dove l’estremo difensore, Paoluzzi non può arrivare. Uno a zero Akragas e Zanini portato in trionfo. Nel secondo tempo, è la Fidelis Andria che prova a mettere pressione, Fall si invola in area ma Marino chiude gli spazi. Mister Di Napoli, al 15’ del secondo tempo chiama in panchina, Pezzella per Salandria.

Al 19’ Minicucci fa tutto da solo, provando la botta da posizione ravvicinata, Pane è pronto e arpiona la sfera. Al 23’ la Fidelis Andria manda in campo Volpicelli, fuori Minicucci.

Al 26’ Zanini serve Salvemini, troppo morbido il suo tiro e facile preda del portiere Poluzzi. La Fidelis Andria cambia ancora, fuori uno stremato Fall per Valotti. Nuovo cambio per l’Akragas, fuori Salvemini per il Gochis. Gli ospiti vogliono accellerare, Volpicelli corre come un matto e prova la botta dalla distanza. Ultima sostituzione per l’Akragas, Di Napoli chiama in panchina Coppola per Carrotta. La partita si accende, è Volpicelli l’uomo più pericoloso. Gli ospiti provano a verticalizzare, la Fidelis Andria ha voglia di agguantare ed è ancora Volpicelli a cercare la rete, ma Pane si oppone. 

Al 39’ Cochis scappa via, fallaccio di Matera per fermarlo, l’arbitro non ha dubbi: ammonizione. Al 44’ l’Akragas prova a raddoppiare, è Salandria a dare il via alla manovra, palla per Gomez che tutto solo non mette dentro, sulla ribattuta di Poluzzi, ci prova Cochis ma la palla termina fuori. Gol sbagliato e gol subito, Akragas beffata nei minuti di recupero. Cianci ci prova dai 30 metri e la palla termina in rete. Uno a uno e stadio “Esseneto” ammutolito.

AKRAGAS: Pane, Sepe, Russo, Pezzella (61’ Salandria), Marino, Carillo, Coppola (83’ Carrotta), Zanini, Gomez, Salvemini (74’ Cochis), Longo. A disposizione: Addario, Assisi, Privitera, Riggio, Palmiero, Garcia, Cocuzza, Leveque. Allenatore: Raffaele Di Napoli 

FIDELIS ANDRIA: Poluzzi, Tartaglia, Aya, Allegrini, Rada, Piccinni, Fall (Valotti), Matera (85’ Klaric), Minicucci (70’ Volpicelli), Cianci, Tito. A disposizione: Pop, Cilli, Colella, Starita, Ovalle, Berardino, Annoni. Allenatore: Giancarlo Favarin

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento