Tennis, Cosimo Munzone si aggiudica il XXIX Memorial Pantalena

L'atleta catanese, favorito della vigilia, si è imposto sul palermitano Massimo Ienzi al termine di un incontro spettacolare e avvincente

Munzone Ienzi Pantalena

Con la disputa della finale del singolare maschile si è conclusa la XXIX edizione del memorial Alfonso Pantalena di tennis.

Torneo open con un montepremi complessivo di duemila euro che dopo la vittoria di Federica Palumbo nel singolare femminile, ha visto il catanese Cosimo Munzone imporsi in quello maschile.

Il trentaseienne catanese ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio sul giovane palermitano Massimo Ienzi, con l’eloquente punteggio di 46 64 75.

Una finale durata quasi tre ore, che ha calamitato l’attenzione e l’ammirazione di un folto pubblico che ha assistito a uno spettacolo tennistico di ottima qualità.

Merito, senza dubbio, di Munzone ma soprattutto di Ienzi, capace di servire la prima palla a oltre 200 chilometri orari e che è stato per ben tre volte ad un passo dalla vittoria, con il vincitore capace di annullare, con bravura, altrettanti match-point al suo avversario.

Al termine dell’incontro c’è stata la cerimonia di premiazione, con la famiglia del compianto Alfonso Pantalena, al completo, che ha consegnato le coppe e gli assegni ai vincitori.

Anche quest’anno, la sezione agrigentina del Panathlon ha riservato un premio speciale per il giocatore più corretto del torneo e il past president, Gerlando Amato, su delega del presidente Luigi Troia, ha premiato l’agrigentino Giuseppe Spampinato.

Il presidente del CT Agrigento, Umberto Nero, si è detto entusiasta della riuscita del torneo e nel ringraziare la famiglia Pantalena ha dato l’appuntamento al prossimo anno per la trentesima edizione del torneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento