Da Saronno ad Agrigento per la mezza maratona della Concordia

Gli atleti, quasi tutti appartenenti al Gruppo Amatori Podisti di Saronno, hanno concluso la gara e qualcuno ha anche segnato la migliore prestazione personale, avvantaggiandosi delle particolari condizioni favorevoli

GAP Saronno

Ben undici podisti lombardi, tutti provenienti da Saronno, in provincia di Varese, hanno partecipato oggi alla mezza maratona Concordia che si è corsa ad Agrigento e che ha visto la partecipazione di circa 1500 runners.

Si tratta del gruppo sportivo che proveniva da più lontano tra quelli presenti alla corsa odierna. L'ingegnere Mauro Falco, di origini agrigentine ma da tempo residente a Saronno, portavoce del gruppo, si dice più che soddisfatto del risultato della gara e in genere di tutta la trasferta in terra agrigentina.

“È sempre un piacere - ci confida il podista agrigentino – ritornare a casa e correre tra i Templi e il mare di San Leone. In questa mia trasferta ho voluto coinvolgere i miei amici, quasi tutti appartenenti al Gruppo Amatori Podisti di Saronno, che si sono detti entusiasti soprattutto della location della gara e dell'accoglienza ricevuta.

A mio avviso – aggiunge l’ingegnere Falco – la manifestazione merita una maggiore promozione a livello nazionale che possa farla crescere ulteriormente. Pochissimi altri posti al mondo possono vantare un simile contesto come quello che si attraversa con la mezza maratona della Concordia.

Dal punto di vista sportivo per noi è andata benissimo, non ambivamo a posizioni di rilievo, ma tutti abbiamo tagliato il traguardo e questo era il nostro obiettivo principale, in linea con il nostro spirito che è quello di gareggiare con impegno, ma da amatori e cioè senza l’assillo della prestazione ad ogni costo.

Adesso – conclude Mauro Falco – dopo qualche giorno di meritato riposo cominceremo a programmare la nostra prossima trasferta, per la mezza maratona di Bruxelles, ma con la promessa di tornare ad Agrigento il prossimo anno”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento