menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Coach Devis Cagnardi

Coach Devis Cagnardi

La Fortitudo è pronta ad affrontare il Torino, Cagnardi: "Partita difficile, ma vogliamo fare bene"

Il coach: "La nostra è una squadra che ha determinate caratteristiche emotive, diventano delle qualità nel momento entrano in sinergia con i nostri tifosi. Molti dei nostri avversari fanno riferimento al nostro campo caldo"

La Fortitudo Agrigento, domani - alle 18 al PalaMoncada - affronterà il basket Torino. E sarà l'ottava giornata di campionato. 

“Torino è una squadra molto attrezzata. Giochiamo in casa nostra ed abbiamo la volontà di fare bene. Dobbiamo affrontare - ha spiegato coach Devis Cagnardi - la partita basandoci su quella che è la nostra pallacanestro. Mi aspetto una partita molto difficile. E’ stata una settimana non semplice, abbiamo sofferto qualche acciacco. Chiarastella ha avuto un problema al ginocchio, così come Easley. James ha avuto un attacco influenzale, sono problemi superati. Se non al meglio fisicamente, sotto l’aspetto mentale siamo pronti. Ho avuto sempre fiducia nel lavoro dei miei ragazzi, stiamo lavorando tanto e bene. E’ un campionato molto difficile, dobbiamo navigare a vista. Ogni domenica è una storia a se. Non dobbiamo commettere l’errore di concentrarci su pochi giocatori, Torino ha un roster di primo livello. Tifosi? La nostra è una squadra che ha determinate caratteristiche emotive, diventano delle qualità nel momento entrano in sinergia con i nostri tifosi. Molti dei nostri avversari fanno riferimento al nostro campo caldo. Questo deve darci consapevolezza nel panorama nazionale. Giocare in un momento della partita con un pubblico scatenato è importante - ha sottolineato il coach - . Finale persa contro Torino? In tutta la nostra squadra, parlo di gente che è scesa in campo, non riferendomi alla società, ci sono soltanto tre persone che hanno vissuto quel momento e mi riferisco ad Alletto, Chiarastella e Ferlisi (Preparatore atletico, capitano e assistente allenatore ndr). Ho spiegato ai miei ragazzi che noi facciamo parte di una società che ha alle spalle una storia ben precisa. Il picco più alto di questa storia, probabilmente, è stato proprio nella serie contro Torino. Dobbiamo cercare di interpretare questa partita nel modo giusto. Torino è una squadra che sta ai vertici della classifica, è vero - ha concluso Cagnardi - . Dobbiamo giocare anche nel rispetto di quelle tre persone, molto per la nostra società e tantissimo per i nostri tifosi. Questa partita per l’ambiente rappresenta qualcosa in più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento