menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pino Rigoli e Silvio Alessi in conferenza

Pino Rigoli e Silvio Alessi in conferenza

Alessi e Rigoli accarezzano il sogno LegaPro: "La finale è domani"

Tecnico e allenatore hanno incontrato la stampa. Alla vigilia della sfida con l'Arezzo le idee sembrano abbastanza chiare

Dopo tanti anni, l'Akragas si appresta a vivere una vigilia prestigiosa. A un giorno dalla sfida tra i biancazzurri e l'Arezzo, la città sembra voler spingere i propri beniamini alla vittoria. Sostenitore numero uno, addetto ai lavori e stacanovista dello staff biancazzurro, Francesco Nobile invita gli agrigentini allo stadio: "Mi aspetto almeno quattromila tifosi all'Esseneto. Questa squadra, questa società e tutto lo staff si meritano il meglio. Io - spiega  Nobile, qualche minuto prima dell'inizio della conferenza stampa - non posso far altro che invitare gli agrigentini allo stadio Esseneto, domani sogno e vorrei la bolgia".

Volto rilassato, occhi sorridenti, il Pino Rigoli visto nella sala stampa dello stadio Esseneto, non sembrava per nulla teso. "Ansioso? No. Partite come questa non ti trasmettono ansia. I miei giocatori sanno cosa devono fare, in settimana abbiamo lavorato bene. Che avversario è l'Arezzo? Loro sono riusciti a battere il Taranto davanti a ottomila tifosi. E' un'ottima squadra - ammette Rigoli - hanno giocatori di spessore. Paura? Io non ho paura di nessuno. Dobbiamo giocare come sappiamo, domani per me è la vera finale dei playoff. Io - spiega l'allenatore - ho un gruppo di grandi uomini, sia  a livello umano che tecnico".

Chiedogli cosa si aspetta dai propri tifosi, Rigoli risponde: "Ovviamente spero che siano in tantissimi. Abbiamo dalla nostra parte il fattore campo, anche se dopo dieci minuti si annullerà".

Domani incomberà il pericolo rigori, Rigoli commenta così: "Non è un pericolo, se mai dovessero esserci li tireremo. Anche se i numeri non sono dalla nostra parte, le statiche sono fatte per essere smentite. L'Arezzo é una squadra molto equilibrata, noi dobbiamo riuscire a rompere il loro equilibrio".

Stesso volto disteso anche per il patron dell'Akragas, Silvio Alessi, che prova a immaginare l'Esseneto stracolmo di gente: "I numeri che mi arrivano sono confortanti, alcuni settori sono già esauriti. In settimana ho incontrato la squadra, i ragazzi si sono allenati bene e meritano una grande cornice di pubblico. Premio playoff? Vedremo. Domani secondo me sarà la partita di Nicola Arena".

Silvio Alessi accarezza il sogno Lega Pro. "Domani per me sarà una finale, Akragas e Arezzo sono due squadre importantissime. In questa stagione abbiamo fatto una grande battaglia, comunque vadano le cose abbiamo vinto". 

Appuntamento alle 16 allo stadio Esseneto, Akragas e Arezzo per un posto tra le grandi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento