menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Semprevivo-Marasco: Akragas, buona la prima

Pubblico delle grandi occasioni allo stadio Esseneto, scenografie e cori da ambedue le parti per una delle partire più attese del torneo

Pubblico delle grandi occasioni allo stadio Esseneto, scenografie e cori da ambedue le parti per una delle partire più attese del torneo. Akragas e Campofranco si sono affrontate in 90 minuti intensi e pieni di voglia di far risultato. Dopo uno scambio di sciarpe tra i primi tifosi di Akragas e Campofranco al fischio di inizio i ventidue in campo hanno iniziato la loro fase di studio.

Al 20' del primo tempo passa in vantaggio l'Akragas con il difensore Marco Semprevivo che mette in rete un gol rocambolesco: mischia in area e colpo di testa vincente dell'ex difensore di casa Licata.
 
Il Campofranco prova a riaprire il match, ma oggi Semprevivo e Russello sono in gran giornata. 
 
 
Il secondo tempo si apre con una conclusione da lontano del numero 11 di casa Campofanco che impegna in una parata elastica Infantino. L'Akragas cede il passo al Campofranco che nei minuti iniziali del secondo tempo mette in campo più grinta, Mutolo opera dei cambi mette in campo Restivo e posiziona la sua squadra con un modulo più offensivo.
 
Montalbano scuote i suoi dalla panchina, toglie lo stanco Biondo per  inserire Borrelli. Il secondo gol lo mette in rete il "solito" Gennaro Marasco che su assist di Guastella spiazza l'estremo difensore campofranchese.
 
Due a zero e Marasco che dedica il gol alla sua compagna in dolce attesa. Il Campofraco non ci sta, Messina insacca la rete del due a uno annullata prontamente dal guardalinee messinese.
 
Da lì in poi il match diventa a dir poco emozionante, il Campofranco prova il tutto per tutto guadagnandosi un importante rigore. Russello spinge in area di rigore Messina per l'arbitro non ci sono dubbi è rigore. Dagli undici metri si presenta lo stesso Messina ma Infantino con freddezza gli para la conclusione.
 
Gli akragantini galvanizzati provano ad allungare il vantaggio ma sfortuna e bravura del Campofranco non stravolgono il risultato.
 
L'Akragas si prende l'applauso dei propri sostenitori ed anche del presidente che nel post partita afferma: "Abbiamo giocato veramente bene, mi fido dei miei ragazzi oggi erano abbastanza carichi. Il peggiore in campo è stato l'arbitro autore di qualche decisione a dir poco assurda, adesso aspettiamo la nostra sfidante, spero che sia il Kamarat, vorrei giocare nuovamente all'Esseneto".
 
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento