Akragas, Di Giacomo: "Stadio 'Esseneto'? Ho sentito tante assurdità"

L'uomo marketing dell'Akragas interviene sulla questione stadio "Esseneto". La priorità, ancora una volta, è l'illuminazione

La questione stadio "Esseneto" continua a tenere banco. Nel corso di una conferenza stampa è Nino Di Giacomo a parlare, il responsabile marketing dell'Akragas spiega la posizione del club biancazzurro. "Ho letto e sentito cose assurde, nessuno ha voglia di rendere un centro commerciale lo stadio 'Esseneto'. Il presidente Silvio Alessi Alessi ha inoltrato una nota al Comune, evidenziando quali sono le criticità del maxi-emendamento approvato. Quando c’è un patrimonio come l'Akragas va salvaguardato e sostenuto. Noi - spiega Di Giacomo - siamo orgogliosi della nostra squadra. La fideiussione nella fideiussione? Se noi avessimo avuto la capacità di fare una fideiussione la si faceva. Abbiamo rilevato una società che ha avuto delle passività. Dobbiamo ringraziare tutti coloro che stanno lavorando in questo progetto. Noi abbiamo l’interesse a realizzare il progetto. Anche se sarà pronto a luglio, non cambierà nulla. Il presidente della Lega  è disponibile a venire ad Agrigento. Ripeto, nessuno vuole commercializzare lo stadio 'Esseneto'".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, ancora positivi in provincia: a Ravanusa i casi salgono a sette

  • "Se l'è cantata... è un burdellu ora": Antonino Mangione si "pente" e i due esecutori dell'agguato tremano

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento