rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Sport

Coppa Italia: l'Akragas "sveglia" il Catania, il derby è biancazzurro

La squadra di Agrigento si prende gli applausi del pubblico e ringrazia. Un derby mai giocato sottotono, le due squadre hanno voluto vincere e Legrottaglie adesso ha qualche problema in più. Vono e Lovric sono stati esemplari, Vicente e Zibert puntuali. I giovani in avanti hanno corso più che mai, l'Akragas B conquista tutti 

"Incredibile al Cibali"? No, incredibile allo stadio "Esseneto". L'Akragas batte il Catania uno a zero e lo caccia via dalla Coppa Italia. Il derby siciliano si è aperto con gli applausi dei tifosi a chi in quel manto erboso è diventato grande: Tino Parisi e Andrea De Rossi, ex biancazzurri oggi al Catania. Mister Nicola Legrottaglie sceglie l'Akragaa B. Tra i pali Alessandro Vono, in difesa nuovo ruolo per Salandria e Capuano: il capitano si mette sulla fascia.

In mezzo al campo hanno agito Vicente e Zibert, in avanti spazio alla freschezza di Leonetti e Roghi, a smistare palloni ci ha pensato Mauri, mentre Cristaldi è stata la spina nel fianco della retroguardia catenese. Pancaro fa esordire Andrea De Rossi al centro della difesa, al suo fianco Tino Parisi. In mezzo al campo Bastrini e Russo, Sessa e Barisic, in avanti Scarsella e Rossetti.

La partita è subito bella, l'Akragas avanza con temperamento e il Catania quasi non si aspetta questa partita. I biancazzurri lottano su ogni pallone e Alessandro Vono ha urlato dalla porta. Roghi fa il diavolo a quattro in campo e Zibert prende palla e fa ragionare la squadra. 

Il primo tempo si chiude a reti inviolate, ma l'Akragas sembra averne di più. Pancaro non ha voglia di perdere e mette dentro Calderini. All'undicesimo però a passare è l'Akragas: assist di Zibert, Leonetti segna l'uno a zero e realizza il primo gol allo stadio "Esseneto". Destro a giro del giovane centravanti e Liverani è spiazzato. La gara si fa nervosa, Legrottaglie riprende Capuano che battibecca per con Calderini. Il Catania ci prova con i singoli, ma Lovric giganteggia in difesa. Gli etnei hanno voglia di pareggiare i conti, Barisic si invola in area e Vono lo stende, rigore per il Catania. Una leggerezza del portiere biancazzurro che però riscatta subito: dagli undici metri va Russotto, ma oggi Vono è insuperabile e gli chiude lo specchio della porta, parando il rigore che tiene a galla la sua Akragas. L'estremo difensore -  secondo di Maurantonio - urla contro la "Sud" ed esulta come se avesse segnato un gran gol. La sua parata galvanizza l'Akragas, il Catania si fa sotto ma i biancazzurri provano a raddoppiare. Dalla panchina arriva il turno del giovane Alfano, classe '98 e talento di Casteltermini. E' quest'ultimo nei minuti finali a provare a raddoppiare, il peso dell'esordio proprio non lo ha sfiorato, ma Liverani si fa trovare pronto. 

Al triplisce fischio, l'Akragas vince contro il Catania, la squadra di Agrigento si prende gli applausi del pubblico e ringrazia. Un derby mai giocato sottotono, le due squadre hanno voluto vincere e Legrottaglie adesso ha qualche problema in più. Vono e Lovric sono stati esemplari, Vicente e Zibert puntuali. I giovani in avanti hanno corso più che mai, l'Akragas B conquista tutti. 

TABELLINO

AKRAGAS: Vono, Capuano, Marino, Lovric (76' Aloi), Salandria, Vicente, Mauri, Zibert, Roghi (87' Alfano), Leonetti, Cristaldi (70'′ Fiore). A disposizione: Lo Monaco, Aloi, Fiore, Madonia, Di Piazza, Contino, Alfano, Blandi, Capraro. Allenatore: Legrottaglie

CATANIA: Liverani, Parisi, Bacchetti, Russo, De Rossi, Bastrini (61' Ferrario), Di Grazia (58'′ Calderini), Sessa (45'′ Russotto), Barisic, Scarsella, Rossetti. A disposizione: Ficara, Pelagatti, Bergamelli, Garufo, Ferrario, Agazzi, Lulli, Schisciano, Calderini, Falcone, Bastianoni, Russotto. Allenatore: Pancaro.

ARBITRO: Fourneau di Roma 1 – ASSISTENTI: D’Annibale di Marsala e Argento di Palermo

Coppa Italia, Akragas vs Catania

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia: l'Akragas "sveglia" il Catania, il derby è biancazzurro

AgrigentoNotizie è in caricamento