Stop allo sport di base, Sibilla della Lnd: "Non siamo noi gli untori"

In vista del prossimo Dpcm parla il massimo esponente della lega nazionale dilettanti

"Vorrei invitare le istituzioni e la comunità scientifica a riflettere seriamente sulla ventilata ipotesi di sospendere le attività dello sport dilettantistico. Noi non siamo gli untori, lo dicono i numeri”. Lo dichiara Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettati e vicepresidente vicario della Figc.

"Le società dilettantistiche - dice Sibilia - non solo quelle che operano nel calcio, sono sottoposte a rigidi protocolli per il contenimento dell’epidemia. Tutto ciò ha significato per decine di migliaia di soggetti, che svolgono una funzione sociale senza eguali in Italia, un grande sacrificio oltre che un rinnovato impegno economico. Fermare lo sport di base sarebbe un disastro, anche e soprattutto sotto il profilo sociale. La socialità dello sport è pienamente organizzata, è su questo dato che invito a riflettere chi deve prendere delle decisioni".

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Prende il Viagra e incontra l'amante, è tragedia: 50enne muore d'infarto

  • Rompe bicchiere in faccia ad un giovane, 17enne di Favara nei guai

  • Bimbo resta prigioniero dell'auto, padre sfonda il lunotto e riabbraccia il piccino di 2 anni

  • La fiducia al Governo Draghi fa una "vittima" eccellente: Michele Sodano fuori dal M5S

  • Mollo tutto e vado a vivere a...Cianciana, due inglesi cambiano vita e acquistano casa

  • Rischio di assembramento in centro e a San Leone, firmata una nuova ordinanza del sindaco

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento