Il Signore della tavola natalizia siciliana è il buccillato

Una ricerca di Coldiretti su cosa e come mangeranno gli italiani in queste feste, fa emergere un significativo aumento del Made in Italy. Scarseggeranno ostriche e champagne.

Sono i buccellati i Signori del Natale siciliano. E' quanto emerge da una ricerca della Coldiretti su cosa mangeranno gli italiani a Natale? 

A livello nazionale il dato confortante è che aumenterà significativamente il Made in Italy nei piatti con incrementi dei cibi tradizionali. Infatti se per il cotechino, e ovviamente per le immancabili lenticchie faranno segnare un bel +9% rispetto al Natale scorso. Segno positivo anche per la frutta di stagione e per lo spumante italiano entrambi aumenteranno dell'11%, mentre chi perderà colpi saranno ostriche, caviale e frutta fuori stagione, che segnano un calo ma neanche molto evidente che dovrebbe attestarsi sul -2%.

Questi sono i numeri più significativi che emergono da un'analisi di Coldiretti/Ixé dal titolo "Il Natale sulle tavole degli italiani", presentata all' Assemblea Nazionale, dalla quale si evidenza un profondo cambiamento sulle tavole. 

L'associazione dei coltivatori sottolinea come lo spumante si conferma il Re delle feste e praticamente è il prodotto immancabile, che sarà bevuto dal 90% degli italiani. A stretto giro ci sarà il panettone a presenziare sulle tavole, prodotto che sarà consumato da 8 italiani su 10, superando di pochissimo il pandoro che viene scelto dal 78% degli italiani. Sempre la Coldiretti precisa: "Aumentano le lenticchie, che in un momento di difficoltà sono chiamate a portar fortuna nei piatti del'82% degli italiani. La frutta locale con l'80% delle preferenze vince su quella esotica o fuori stagione che quest'anno assaggeranno solo il 34% degli italiani.-continua sempre Coldiretti- Si abbandonano infatti Si abbandonano infatti le mode esterofile del passato con il 5 per cento di italiani che si permetteranno le ostriche, il 4 per cento il caviale e l’11 per cento che stapperanno lo champagne. 

Il Natale è inoltre il periodo dell'anno in cui le tradizioni la fanno da padrona e così anche in cucina. In Sicilia, e ovviamente anche ad Agrigento, il piatto tipico saranno ancora una volta i buccellati, detti anche "cuccidati", il dolce tradizionale natalizio che ormai è divenuto una pietra miliare della cucina sicula. In genere a forma di ciambella, il dolce ha numerose varianti che cambiano da luogo a luogo che vanno dai fichi secchi, alle mandorle, dalle nocciole ai pistacchi.

“Il deciso orientamento dei consumatori verso i prodotti della tradizionale nazionale è il riconoscimento del grande lavoro fatto dalle nostre imprese per difendere un patrimonio di qualità unico ed inimitabile”- afferma il Presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che -“lo dimostra anche il crescente apprezzamento all’estero dove nel 2013 le esportazioni agroalimentari fanno segnare il record storico di 33 miliardi di euro”

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento