Il mercato di Villa Bonfiglio non va toccato

L'appello per non far traslocare il mercato di Campagna Amica è diretto direttamente al Prefetto.

In questi giorni si parla molto di come gli interventi delle autorità giudiziarie stiano in tutti i modi contrastando le agromafie, che hanno generato un business superiore ai 5 miliardi di euro. Un giro d'affari impressionante che si ripercuote sull'economia, quella sana e reale siciliana, che viene fagocitata dalla malavita. che negli ultimi anni ha preso pieno potere del settore illegale alimentare.
Come eccellenze del territorio la Coldiretti, con i suoi mercati di Campagna Amica, valorizzano attivamente i prodotti a km0. In tal senso  l'associazione dei coltivatori diretti di Agrigento si rivolge direttamente al Prefetto, Nicola Diomede, per chiedere un incontro al fine di affrontare le numerose problematiche che in città ha il mercato che ogni sabato si svolge presso Villa Bonfiglio. "Ogni settimana il mercato di Campagna Amica ospita migliaia di consumatori e i produttori agricoli della provincia che grazie alla vendita diretta in molti casi sono riusciti  a mantenere in vita l’azienda – commentano il presidente e il direttore della Coldiretti di Agrigento, Roberto Caruana e Alfonso Guerra." I due sottolineano l'assurdità di un eventuale trasloco da quest'area che nel tempo è diventata il punto di incontro naturale tra domanda e offerta.

"Spostarne l’ubicazione e il giorno significa deciderne la chiusura – aggiungono  - limitando così le possibilità di scelta di risparmio dei consumatori. Abbiamo chiesto un intervento del Prefetto perché crediamo che così  si possa mettere la parola fine ad una vicenda che si trascina da troppo tempo e che va a discapito dell’economia di Agrigento. Il nostro mercato – sottolineano ancora – è  uno di quelli d’eccellenza tra i 36 che si svolgono in tutta la Sicilia, un primato ottenuto  grazie ad un disciplinare ferreo che garantisce ciò che viene richiesto oggi agli agricoltori: qualità, salubrità,  prezzo adeguato."

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento