rotate-mobile
social

Storie maledette e luoghi avvolti da un alone di mistero: ecco quelli dell’Agrigentino

Dal palazzo Bellacera alla “Lettera del diavolo”: le vicende misteriose che pochi conoscono

L’intera Isola è ricca di luoghi  avvolti dal mistero alle quali sono legate storie maledette. Ville, case abbandonate, castelli, ma anche siti che sono sotto gli occhi di tutti ma che sono legati ad aneddoti che restano inspiegabili. Ecco una rassegna dei più interessanti nell'Agrigentino.

A Comitini ed in particolare a Palazzo Bellacera sarebbe collegata la figura di Federico II di Aragona. Qui si racconta che a causa dei suoi peccati la sua anima fu intrappolata per  addirittura 270 anni e che poi grazie alle preghiere di un viandante che si trovava da quelle parti riuscì a trovare pace.

Tra i luoghi da menzionare, citati anche dallo scrittore, poeta e critico cinematografico agrigentino Beniamino Biondi ne “L’isola spettrale. Guida immaginifica ai fantasmi di Sicilia”  ci sono anche Palazzo Quartana nei pressi di piazza Bibirria ad Ggrigento di cui scrisse anche Pirandello nella sua novella “La casa degli spiriti”. A rincorrersi diverse storie sull’abitazione, oggi chiusa, tra cui quelle riguardanti la presenza di entità  paranormali e ancora il Castello dei Chiaramonte a Naro collegato alla figura di Madonna Giselda. Tra le sue mura si sarebbe consumata la storia di amore, tradimento e morte della donna, la cui figura vagherebbe ancora per cantare il suo lamento d’amore in compagnia di un usignolo.

Leggende e storie che hanno dell’inverosimile riguardano ancora la provincia di Agrigento e in particolare i luoghi del Gattopardo. Avete mai sentito parlare della Lettera del Diavolo ? Questa vicenda fa riferimento  al Monastero delle Benedettine di Palma di Montechiaro dove c’è la tomba di Isabella Tomasi di Lampedusa, Suor Maria Crocifissa antenata del celebre scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Questa secondo i racconti l’11 agosto del 1676 durante una lotta contro i demonio fu costretta a scrivere per mano di Satana una lettera ancora conservata e scritta in caratteri incomprensibili. Anche lo stesso autore e dopo di lui Camilleri provarono a decifrare il contenuto ma senza alcun risultato. Questa lettera e i suoi segreti restano ancora un mistero irrisolto. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storie maledette e luoghi avvolti da un alone di mistero: ecco quelli dell’Agrigentino

AgrigentoNotizie è in caricamento