rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Sul palco dell’Ariston / Casteltermini

Sanremo 2023, Madame diretta dal maestro agrigentino Faraone scala la classifica finale

Alla conduzione del brano "Il bene nel male" c’era il direttore d’orchestra di Casteltermini. Il brano, dalle sonorità dance, si piazza tra i primi tre più votati

Grande successo anche per la seconda serata del Festival di Sanremo condotta da Amadeus, Gianni Morandi e Francesca Fagnani in cui si sono esibiti altri 14 artisti. Superata, almeno sembra, la bufera Blanco e il fiume di reazioni social anche sulla conduzione della Ferragni, tra slogan di denuncia sociale e monologo autoreferenziale molto chiacchierato, a vincere su tutto la musica. A trionfare anche Madame che ha presentato il brano  "Il bene nel male" scritto da lei musica e parole insieme a Nicolas Biasin, Bias e Iacopo Sinigaglia Brail e diretto dal maestro Luca Faraone di Casteltermini, che rivedremo sul palco non solo nelle prossime serate con Madame, ma a lui sarà affidata anche la conduzione di Paola&Chiara nella serata cover.

Il brano dalle sonorità dance che promette di diventare in breve tempo una hit da discoteca per sound e ritornello orecchiabile si è piazzato terzo nella classifica finale generale a fine serata che ha visto in vetta ancora una volta Mengoni. A seguire Colapesce Dimartino, Madame, Tananai, Elodie, Coma Cose, Lazza, Giorgia, Rosa Chemical, Ultimo, Leo Gassmann, Mara Sattei, Colla Zio, Paola e Chiara, Cugini di Campagna, Levante, Mr Rain, Articolo 31, Gianluca Grignani, Ariete, Modà, Gianmaria, Olly, Lda, Will, Anna Oxa, Shari, Sethu. Verdetto ancora una volta stabilito dalla sala stampa.

Madame  alla sua seconda partecipazione al Festival è stata diretta da un energico Luca Faraone che da tempo collabora con l’artista 21enne che ha proposto un brano che musicalmente ha coinvolto il pubblico e convinto la giuria. La sua è una scrittura semplice che racconta l’amore tra una prostituta  e un cliente che si incontrano quando tutto è ormai finito. Ma cosa è rimasto di quel rapporto? Alla donna è rimasto  il bene mentre all’uomo il male. Una storia che nasce da un incontro reale tra l’artista e una prostituta e che vuole dare dignità ai dimenticati della società. Il brano sin dal primo ascolto si contraddistingue per un ritornello che entra in testa sin da subito e destinato probabilmente a trasformarsi in breve tempo in un tormentone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo 2023, Madame diretta dal maestro agrigentino Faraone scala la classifica finale

AgrigentoNotizie è in caricamento