rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Consorzio turistico / Racalmuto

Taralli, 'mpignulati, cubaita, ma anche purpetta di crita e ficatuncaiulatu: prodotti PAT inseriti nell'elenco del Ministero

Molti di questi prodotti sono uguali ad altri della regione solo per il nome, ma sono differenti per composizione e preparazione

Il “tarallo di Racalmuto”, l’impignulati,  “u ficatuncaiulatu”, “li purpetta di crita”, “u pitaggiu”, la “cubaita" e la "granita di limone". Prelibatezze che fanno parte, adesso, dell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali. Dopo aver voluto l’istituzione del registro comunale dei prodotti De.C.O. (denominazione comunale d’origine), lo scorso anno l'associazione Consorzio turistico città di Racalmuto aveva avviato l’iter per la registrazione dei prodotti locali come prodotti PAT presso il ministero dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare. E adesso si è arrivati, con l’imminente pubblicazione in Gazzetta ufficiale della ventitreesima edizione dell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali, al risultato sperato.

Seppur consapevoli del fatto che alcuni di queste prelibatezze facciano parte della tradizione dell’intero territorio Agrigentino, attraverso un lavoro di ricerca, leggendo le citazioni nelle pagine di documenti o libri di importanti scrittori, il Consorzio turistico città di Racalmuto ha saputo cogliere quelle differenze: molti di questi prodotti sono infatti uguali ad altri solo per il nome, ma sono differenti per composizione e preparazione. Ecco perché dunque sono unici e legati, a doppio nodo, al territorio di Racalmuto.

"Non possiamo che essere più che soddisfatti per il risultato conseguito - dice il presidente del Consorzio, Michelangelo Romano, - . E' il frutto di un lungo lavoro di preparazione. Tuttavia il progetto non può considerarsi concluso, da tempo lavoriamo perché nella 24esima edizione possano essere inseriti altri prodotti di agroalimentari di eccellenza, prodotti di cui è ricco il nostro territorio - ha concluso Romano - . Il nostro lavoro di promozione e implementazione dell’offerta turistica non si ferma solo al campo gastronomico, ci siamo occupati del miglioramento dell’offerta turistica locale installando, con i fondi della Democrazia partecipata 2020, in dieci punti di maggior interesse di Racalmuto, dei pannelli braille con audio guide consultabili attraverso appositi QR code, abbiamo realizzato mappa e guida interattiva del territorio e stiamo lavorando a nuovi progetti innovativi di fruizione territoriale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taralli, 'mpignulati, cubaita, ma anche purpetta di crita e ficatuncaiulatu: prodotti PAT inseriti nell'elenco del Ministero

AgrigentoNotizie è in caricamento