rotate-mobile
Amarcord

Si riabbracciano 28 anni dopo la maturità, nonostante i graffi sul cuore e nella memoria i ragazzetti della VA celebrano la vita

Gli ex compagni di classe, anche se di tempo ne è passato e le loro vite hanno percorso strade diversissime, hanno mantenuto la stessa empatia e complicità che avevano fra gli sgangherati banchi scolastici

Non erano tutti. Alcuni vivono al Nord, altri non è stato possibile, nonostante i molteplici tentativi, rintracciarli. Ventotto anni dopo il diploma, parte della V A, del 1995, dell'istituto tecnico commerciale "Leonardo Sciascia" si è ritrovata. 

L'estate, è risaputo, è tempo anche di amarcord. E "io mi ricordo" è stato il refrain di quel gruppo di ragazzetti, diventati nel frattempo avvocati, veterinari, dirigenti dell'agenzia delle Entrate, giornalisti e impiegati, che, nonostante il trascorrere del tempo e i "graffi" sul cuore e nella memoria, hanno mantenuto la stessa empatia e complicità che avevano fra gli sgangherati banchi scolastici. I ragazzetti diventati adulti, mamme e papà per la maggior parte, non soltanto hanno ricordato i compagni di classe, assenti alla rimpatriata, e docenti, ma anche episodi, vissuti del 1995 o degli anni precedenti, finiti, per alcuni, nel dimenticatoio. Un tuffo nel passato che ha fatto emozionare tutti. E che, all'improvviso, quasi come per magia, li ha fatti ritrovare sotto la lavagna in un momento di interrogazione o davanti ad un foglio bianco che sarebbe diventato il compito in classe. Ma anche sugli scooter per accompagnare, in fretta e in furia, i compagni che dovevano prendere un treno per tornare a casa. 

Durante la serata non sono stati celebrati soltanto i ricordi, ma, fra risate e rimpianti, quei ragazzetti si sono raccontati, spiegando cosa è stato della loro vita dal diploma in poi. E c'è anche chi - ma nella V A nessuno s'è sorpreso del titolo assegnato a quello che era il primo della classe - è stato insignito dell'onorificenza di cavaliere dell'ordine al merito della Repubblica italiana. 

Accade un po' a tutti di organizzare e vivere una festante rimpatriata con gli ex compagni di classe, ma la V A del 1995 ha non soltanto rievocato un passato fatto di spensieratezza e divertimento, rammentate anche le annuali occupazioni che si facevano fra dicembre e gennaio, ma ha celebrato la vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si riabbracciano 28 anni dopo la maturità, nonostante i graffi sul cuore e nella memoria i ragazzetti della VA celebrano la vita

AgrigentoNotizie è in caricamento