Si è spento Luis Sepulveda

Ci ha lasciato lo scrittore cileno che ci aveva insegnato a volare

"E se è tutto un sogno, che importa. Mi piace e voglio continuare a sognare".

Oggi si è spento in quel di Oviedo, Luis Sepulveda lo scrittore cileno che ci aveva insegnato a volare.

Apprezzato per molti dei suoi scritti come “Il Potere dei sogni”, ma soprattutto per il famosissimo e dolcissimo “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, un successo mondiale.

Guerrigliero, ecologista, esule politico, reporter, viaggiatore vicino ai popoli nelle zone più remote del pianeta. Nato il 4 ottobre 1949 a Ovalle, in Cile,già a 15 anni era attivista della gioventù comunista, punto di partenza della sua militanza politica - contro tutte le dittature degli anni '70 - e in difesa dell'ambiente, due temi centrali nella sua vita, fulcro della sua scrittura, profondamente umana e carica di speranza. Dopo l'adesione al Partito socialista entrò nella guardia personale del presidente Salvador Allende.

In seguito al colpo di stato del generale Augusto Pinochet nel 1973, Sepulveda venne arrestato due volte e in carcere, per due anni e mezzo, subì numerose torture. Una lunga campagna di Amnesty International ne fece ottenere la liberazione, ma a prezzo dell'esilio per 8 anni. Scappò così in Brasile, in Paraguay, in Ecuador dove iniziò una collaborazione con l'Unesco per studiare l'impatto dell'Occidente sulla popolazione indios Shuar. Da questa esperienza di vita con i nativi in Amazzonia verrà fuori nel 1989 "Il vecchio che leggeva romanzi d'amore" che lo porterà alla notorietà internazionale; infatti il testo fu tradotto in 35 lingue e adattato per il grande schermo nel 2001. 

Sepulveda aveva contratto il corona virus lo scorso Febbraio ed era stata la prima vittima illustre ad essere contagiata dall'infezione.

“Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro ancora si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento