rotate-mobile
Il riconoscimento

“La Stranezza” è “Nastro dell’anno" 2023, stravince il film che racconta Pirandello con eleganza e divertimento

Premio di eccellenza per la pellicola all'insegna della creatività che ha segnato una svolta nel rapporto col pubblico

Un successo dopo l’altro per  "La Stranezza". Dopo il record di incassi al botteghino , nuovo riconoscimento per il film italiano più visto della stagione cinematografica e firmato da Roberto Andò.  La pellicola, che racconta Pirandello e la nascita del suo capolavoro “Sei personaggi in cerca d’autore” con un trio di interpreti eccezionali come Toni Servillo, Salvo Ficarra, Valentino Picone, riceverà il “Nastro dell’Anno” 2023. Riconoscimento che il Direttivo dei Giornalisti Cinematografici assegna scegliendo tradizionalmente ogni anno un’opera che merita una particolare sottolineatura di eccellenza e di novità oltre il verdetto che annualmente premia i migliori film usciti in sala attraverso il voto di oltre cento giornalisti che selezionano i film, i protagonisti e più grandi talenti artistici e tecnici.

 È un Premio di eccellenza che va oltre le candidature e segnala quest’anno il film che ha segnato una vera e propria svolta non solo nel rapporto col pubblico ma anche con la sua inedita creatività, premiando il regista Roberto Andò anche sceneggiatore con Massimo Gaudioso e Ugo Chiti, i produttori Angelo Barbagallo (Bibi Film) e Attilio De Razza (Tramp LTD) con Giampaolo Letta (Medusa) e Paolo Del Brocco (Rai Cinema). Con loro, naturalmente, Nastri d’Argento per i tre eccezionali interpreti molto amati dal pubblico come Salvo Ficarra, Valentino Picone e Toni Servillo, un trio sorprendente che ha davvero conquistato l’affetto e gli applausi delle platee cinematografiche oltre ogni previsione.  

La consegna dei Nastri d’Argento è prevista, come ogni anno, alla fine di giugno quando sarà premiata con un riconoscimento speciale anche la creatività della squadra di talento che ha lavorato, nel segno della qualità, per un grande risultato collettivo. 

Come si legge nella  motivazione  del Direttivo Nazionale dei Nastri d’Argento: “La stranezza è un film che, giocando con intelligenza sui tasti dell’intrattenimento popolare e della cultura più alta, ha saputo aprire una nuova strada anche alla commedia, da sempre regina del box office, ma finalmente capace di conquistare il pubblico con la rilettura cinematografica di un metateatro squisitamente pirandelliano in cui irrompe con eleganza la spontaneità di una comicità irresistibile”.

E aggiunge a nome del Direttivo la Presidente, Laura Delli Colli: “Un premio che sottolinea anche la brillante capacità del cinema italiano che ha lavorato in sinergia superando ogni concorrenza nella formula produttiva nell’unione di Bibi Film e Tramp LTD con Medusa Film e Rai Cinema, in collaborazione con Prime Video. Un progetto forte che ha finalmente richiamato il grande pubblico in sala segnando una svolta, non solo nella commedia, con un’idea colta e straordinariamente originale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La Stranezza” è “Nastro dell’anno" 2023, stravince il film che racconta Pirandello con eleganza e divertimento

AgrigentoNotizie è in caricamento