Estate 2020 e turismo di prossimità

Viaggiare e conoscere le bellezze della propria regione: ecco cosa faremo questa estate

E’ una di quelle definizioni che ultimamente, in questo periodo così complicato che stiamo vivendo dettato dall’emergenza da corona virus sentiamo dire spesso, il turismo di prossimità.

Ci chiediamo se si potrà viaggiare, se si potranno frequentare le spiagge, gli stabilimenti, se potremo visitare parchi archeologici, musei e città d’arte. La quarantena ci ha portato a rivedere completamente il nostro modo di approcciarsi al viaggio e i prossimi mesi di certo saranno teatro di rivoluzioni in materia di turismo, voli e strutture ricettive.

L’estate 2020 sarà diversa da tutte le altre. Sarà un’estate in cui assieme alla crema solare dovremo mettere in borsa la mascherina. Ma sarà un’estate in cui poter andare al mare? In cui poter viaggiare e andare in vacanza?

Il turismo è proprio il settore più colpito, il primo ad accusare il colpo e l’ultimo che rialzerà la testa: ci vorranno anni prima che torni quello di un tempo.  E allora come pensare a programmare le nostre vacanze e che cosa è il famoso turismo di prossimità di cui tutti parlano?

Quando la pandemia da coronavirus è esplosa in tutta la sua drammaticità anche in Italia è stato fin da subito chiaro che i viaggi fuori l’Italia si sarebbero dovuti fermare per un bel po’. Inoltre il bisogno dell’economia italiana, messa sul lastrico dall’emergenza sanitaria, di essere rilanciata e di ricevere liquidità ha  a rivedere le vacanze a corto raggio, nel nostro Paese così da poter aiutare il settore turistico italiano e l’economia, riscoprendo contestualmente le bellezze di casa nostra.

Si tornerà quindi a viaggiare per l’Italia, a conoscere il nostro Paese, i suoi borghi, le sue città e lo si farà in una maniera diversa. Per mantenere le distanze di sicurezza si eviteranno aerei e treni affollati, si andrà in macchina per poi dedicarsi a lunghe passeggiate. Dunque andremo a conoscere il territorio più prossimo a noi e ce la prenderemo con molta più calma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma il turismo di prossimità e ancora qualcos’altro in più: è la scoperta dei territori più vicini a noi, ovvero è viaggiare vicino casa, non al di fuori della nostra regione. Ciò significa che quest’estate 2020 viaggeremo maggiormente all’interno della nostra regione, scopriremo il territorio, i borghi, i paesini, le bellezze naturali. Sarà un turismo che ci farà apprezzare la nostra regione e aiuterà piano piano il nostro Paese a ripartire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Il Coronavirus spaventa ancora, Musumeci e Razza: "Se contagi salgono si chiude"

  • Migranti si scagliano contro i carabinieri, Carmina: "Solidale con l'Arma, servono strutture adatte"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento