rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
social

"Heroes" di David Bowie e il Muro di Berlino

A trentanni dalla caduta del Muro, la canzone del Duca Bianco resta una pietra miliare nella storia della discografia

Quel muro, che ha diviso per quasi 30 anni la parte est e ovest della città, perde improvvisamente la sua funzione. Sono le 23.30 e i gates dei posti blocco iniziano ad essere aperti; e' il momento che segna la fine di un'epoca e tutto cambia. Il muro crolla.

Accadeva esattamente trent’anni fa oggi; una notte che segna l’inizio della conclusione di periodo nero per la Germania, quello del dopoguerra e della guerra fredda. Un periodo in cui lo stato si è ritrovato diviso in due - Germania est (Repubblica Democratica Tedesca - DDR) appartenente al blocco occidentale e Germania ovest (Repubblica Federale Tedesca -BRD), membro di quello filo URSS.

In ricordo di questa storica notte e di quell'incredibile evento non si può non pensare alla mitica Heroes del Duca Bianco, David Bowie. Questo  brano lo si può collegare a Berlino e al suo muro per più motivi: prima di tutto, il suo compositore ha un rapporto speciale con la città, poi la canzone stessa appartiene alla cosiddetta trilogia di Berlino, i tre album (Low, Heroes e Lodger) composti durante la lunga residenza dell’artista nella città tedesca. Infine, il pezzo racconta di una travagliata storia d’amore tra due giovani divisi e a fare da sfondo la Berlino di quel periodo e lo stesso muro.

"… Io, io sarò re tu, tu sarai la regina…Possiamo essere eroi, solo per un giorno…Possiamo essere noi, solo per un giorno..."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Heroes" di David Bowie e il Muro di Berlino

AgrigentoNotizie è in caricamento