Domenica, 25 Luglio 2021
social

Spring’s Coming e l’etimologia della parola equinozio

Alle 4.49 di venerdì 20 marzo l'equinozio di primavera che decreterà ufficialmente l'ingresso della bella stagione. Ma cosa è un equinozio?

Ci siamo, manca ormai pochissimo e mai come quest’anno attendiamo l'equinozio di primavera e l’arrivo della bella stagione. Anche Google ce lo ha anticipato con il suo Doodle di oggi.

Quest’anno infatti sarà molto presto, alle 4.49 di venerdì 20 marzo.

Ma di preciso cos’è un equinozio?

L’equinozio è il momento preciso in cui il sole si trova allo zenit dell’equatore della Terra, cioè esattamente sopra la testa di un ipotetico osservatore che si trovi in un qualsiasi punto sulla linea dell’equatore: durante i giorni in cui cade l’equinozio, che sia d’autunno o di primavera, il giorno, inteso cioè per l’insieme delle ore di luce, ha la stessa durata della notte. La parola stessa è esplicativa, deriva infatti dal latino “aequinoctium”, composto da “aequus”, cioè “uguale” e “nox”, “notte”.

Dopo l’equinozio di primavera il giorno continua ad allungarsi ogni giorno nell’emisfero boreale fino al solstizio d’estate: a quel punto le ore di luce cominciano a diminuire, tornando pari a quelle di buio nell’equinozio d’autunno, e ricominciando ad aumentare solo con il solstizio d’inverno.

Anche nell’emisfero australe, cioè a sud dell’equatore, dì e notte dureranno per lo stesso numero di ore, ma in modo inverso: lì infatti inizia l’autunno e non la primavera. È l’equinozio d’autunno.

Dunque, arriva la primavera e con essa speriamo una ventata di aria nuova e positiva che ci aiuti a superare il momento difficile che sta vivendo il nostro Paese.

Nell’attesa noi continuiamo a fare i bravi e a rispettare le regole #iorestoacasa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spring’s Coming e l’etimologia della parola equinozio

AgrigentoNotizie è in caricamento