La cucina etnica va di moda e piace

Sempre più italiani scelgono le varie cucine del mondo, dal giapponese al messicano, proliferano i ristoranti etnici e la voglia di sperimentare a casa ricette fusion e gusti esotici

Sushi, kebab, zighinì, tandoori, empanada, gyros, involtino primavera e polpo alla galiziana. La cucina etnica è sempre più trendy, sopratutto nelle grandi città. Quella che negli anni ’90 sembrava essere una moda passeggera, è invece divenuta un’abitudine radicata quasi nella metà della popolazione italiana. Gusto e risparmio ci hanno fatto avvicinare ai gusti delle altre popolazioni, in un melting pot che non rappresenta soltanto una fusione di sapori, ma pure di culture.

Stando ai dati diffusi sono quasi cinquantamila i ristoranti etnici presenti in Italia. L’offerta si è ampliata e quella che appariva come una tendenza transitoria s’è invece consolidata, sopratutto nelle regioni settentrionali. 

La cucina etnica piace e la tendenza è in crescita. Gli italiani preferiscono soprattutto la cucina araba, cinese e giapponese.

L’etnico non si mangia solo fuori casa, una delle ultime tendenze è di prepararlo direttamente fra le mura domestiche. Il 75% degli italiani dichiara di acquistare prodotti alimentari etnici, e lo fa soprattutto in supermercati della grande distribuzione o in piccoli negozi alimentari gestiti da stranieri.

Quali prodotti si comprano di più? Quelli della cucina cinese o giapponese, seguiti dalla messicana/latino-americana, araba/mediorientale, del sud-est asiatico e africana. Le motivazioni per cui si mangia etnico sono infatti diverse: sicuramente per mangiare qualcosa di diverso, ma anche per ragioni culturali ed economiche. A casa si cucinano soprattutto cous cous, riso cantonese e sushi.

Con un costo relativamente contenuto, il piatto etnico è stato descritto anche come un valido diversivo anti-crisi alla portata di tutti. Come si viene a contatto con la cucina etnica? Principalmente tramite famigliari e amici o da viaggi in paesi stranieri.

A contribuire alla diffusione del cibo etnico è stato sicuramente anche l’aumento dello street food, che prolifera sempre di più nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri, durante feste di paese, festival e manifestazioni. E’ sempre più facile trovare accanto ad un camioncino del panino con porchetta anche uno che fa tacos e fajitas messicani.

La cucina etnica dunque ci permette di viaggiare attraverso i vari paesi del mondo, restando comodamente seduti sul nostro divano o gustando una piacevole cena fuori in compagnia di amici: saranno le nostre papille gustative a portarci lontano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il crack del gruppo Pelonero, Patronaggio: "Così la famiglia ha fatto sparire milioni di euro da un’azienda all’altra"

  • Operazione "Malebranche", colpito il gruppo Pelonero: 13 misure cautelari

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Primo caso di Covid a San Giovanni Gemini: è uno studente che è stato in Lombardia

  • "Società aperte con capitale irrisorio, impennata con volume di affari milionario e tracollo pilotato": ecco il sistema "Pelonero"

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento