rotate-mobile
Tradizioni

Baciarsi sotto il vischio a Natale e Capodanno? Ecco perché

Tradizione legata ad antiche leggende che hanno radici molto lontane. Vediamo cosa c'entra la dea dell’amore Freya

Le feste natalizie entrano nel vivo e sicuramente ci sono piante simbolo in questo periodo dell’anno. Tra questi c’è senza dubbio il vischio, ma perché è consuetudine baciarsi sotto il vischio? Simbolo di fortuna soprattutto per gli innamorati. Tradizione legata ad antiche leggende che hanno radici molto lontane.

Una leggenda molto lontana 

Tra le più conosciute c’è quella legata ai vichinghi, loro collegavano il vischio alla dea dell’amore  Freya che era una delle tre spose di Odino. Il re odino avevano molti figli tra questi il cattivo Loki che provava invidia verso il figlio di   Freya il cui nome era Baldr. Siccome era il più amato per proteggerlo da lui la dea fece giurare ogni creatura vivente  a non fargli del male, ma dimenticò di far giurare il vischio. Allora Loki che voleva Baldr morto per invidia costruì un’arma costruita con i rami del vischio e lo uccise.

L'amore vince su tutto

La leggenda racconta che la dea in preda allo sconforto versò fiumi di lacrime sul corpo inerme del figlio, le sue lacrime si trasformarono nelle bacche del vischio e miracolosamente il figlio tornò in vita . Si racconta che la dea continuerebbe a proteggere chi si scambia un bacio sotto il vischio in senso di ringraziamento. Anche i druidi usavano questa pianta prima del solstizio d’estate ne bruciavano alcuni rami per scacciare via la sfortuna. Tradizione poi usata anche dai cristiani nel periodo natalizio, la pianta infatti aiuterebbe a proteggere la casa e ad allontanare qualsiasi forma di sfortuna. Se poi due innamorati si baciano sotto il vischio anche il loro amore sarà baciato dalla fortuna e sarà scacciato via ogni problema.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baciarsi sotto il vischio a Natale e Capodanno? Ecco perché

AgrigentoNotizie è in caricamento