Coronavirus, Lagalla: "Erasmus? Rimpatri a chi ne ha fatto richiesta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

A seguito delle numerose sollecitazioni pervenute all’Assessorato all’Istruzione e alla formazione professionale riguardanti la richiesta di interventi per favorire il rientro in sede di studenti siciliani attualmente all'estero, in particolare in Spagna, per soggiorni Erasmus, l’assessore al ramo, Roberto Lagalla, d'intesa con il Presidente Musumeci, ha provveduto a contattare la Segreteria Generale del Ministero degli Affari Esteri.

“Il Ministero degli Affari Esteri – dichiara l’assessore regionale Roberto Lagalla – ha fatto presente di avere convenuto con Alitalia che, anche in vigenza di chiusura degli spazi aerei, sarà assicurato almeno un volo quotidiano da Madrid, con destinazione Roma, al fine di garantire il rimpatrio di quanti ne abbiano fatto o ritengano di farne richiesta”.

La segreteria Generale della Farnesina suggerisce di andare direttamente sul sito di Alitalia e di seguire le procedure relative indicazioni. In alternativa o per specifiche esigenze, possono essere contattate le Rappresentanze diplomatiche e i consolati italiani in Spagna. L’Assessorato, infine sottolinea che rimane l'obbligo, per quanti faranno rientro in Sicilia, di osservare scrupolosamente le misure di contenimento del contagio, con particolare riferimento alla registrazione nell'apposito portale regionale e all'isolamento volontario per la durata di 14 giorni, a decorrere dalla data del giorno di arrivo.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento