rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Scuola

Vaccini obbligatori prima della scuola, in provincia 9 mila persone in fila

Il responsabile del servizio Prevenzione dell'Aso, Gaetano Geraci: "Molti, in questi giorni, sono stati già vaccinati. La nostra provincia una delle migliori"

A pochissimi giorni dall'inizio delle scuole, nel primo anno dopo la legge che impone il vaccino per coloro che iniziano l'anno scolastico, sono in molti che si sono recati già ai centri dell'Asp diffusi nella provincia Agrigentina per mettersi in regola con le dieci vaccinazioni necessarie. Nella lista della Regione, stilata prima ancora degli ultimi eventi, in cui già molti genitori hanno provveduto a vaccinare i propri figli, risultano 9 mila le persone nella provincia di Agrigento a non aver ancora l'esavalente e il quadrivalente, un numero che si è ridotto in seguito alle file dei giorni scorsi.

Nuove disposizioni: basterà l'autocertificazione

"Entro giorno 20 la scuola ci comunicherà i non vaccinati per fare in modo che si attivi l'iter per contattarli e fare in modo che procedano alle vaccinazioni - spiega Gaetano Geraci, responsabile servizio Prevenzione all'Asp - . Noi però avremo gli elenchi in anticipo e stiamo già provvedendo a chiamare coloro che non hanno proceduto a mettersi in regola. Prima ancora che iniziassero le file, erano 9 mila coloro che non erano vaccinati in provincia, ma questo è un dato storico ed esagerato in confrotno alla realtà attuale. Rispetto ad altre province però, considerato che in questi anni abbiamo lavorato bene - continua Geraci - siamo messi bene. In questo momento abbiamo un super lavoro e lo stiamo affrontando nel migliore dei modi. In Sicilia siamo la prima o la seconda provincia per coperture vaccinali".

E' corsa ai certificati delle vaccinazioni 

Per coloro che invece sono in regola - e che nei giorni scorsi hanno affollato le sedi dell'Asp in tutta la provincia per la certificazione che attesti la decade dei vaccini già fatti - non servirà più "correre" per acquisire il documento in quanto basterà un'autocertificazione, da presentare entro marzo. Sarà infatti compito degli addetti ai lavori, dopo un controllo, richiamare coloro che non sono ancora in regola che potranno incorrere in delle sanzioni. Questa notizia arriva dopo un incontro tra i responsabili provinciali, i rappresentanti degli uffici scolastici e l'assessore regionale alla Salute, per una soluzione che eviterà file per i certificati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini obbligatori prima della scuola, in provincia 9 mila persone in fila

AgrigentoNotizie è in caricamento