Erasmus, MareAmico relaziona sull'ambiente a Palma di Montechiaro

Lombardo: "Attraverso immagini e video abbiamo fatto vedere i danni che provocano le acque di vegetazione disperse in natura, abbiamo illustrato il fenomeno dell'erosione costiera e abbiamo presentato il progetto per cercare di ridurre le plastiche in mare"

Mareamico ha relazionato sull'ambiente, per un progetto Erasmus, a Palma di Montechiaro.
Partecipavano, oltre che l'Italia, alcuni insegnanti e studenti provenienti dalla Polonia, Spagna, Romania e Turchia.

"Attraverso le immagini ed i video abbiamo fatto vedere i danni che provocano le acque di vegetazione disperse in natura, abbiamo illustrato il fenomeno dell'erosione costiera ad Eraclea Minoa e al Caos ed infine abbiamo presentato il nostro progetto per cercare di ridurre le plastiche in mare, mediante una sorta di barriera, da piazzare alla foce del fiume Palma" - ha spiegato Claudio Lombardo, responsabile di MareAmico - .

Ecco cosa scrivono dalla scuola Cangimila di Palma di Montechiaro:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La giornata di oggi si è articolata nell'incontro con il Dott. Claudio Lombardo, responsabile di Mare Amico, che ha sapientemente presieduto il meeting sulla consapevolezza ambientale, riuscendo a sensibilizzare le coscienze alla tutela dello splendido patrimonio naturale dell'interland, costantemente depredato dall'incuria o dall'inquinamento.
Video, foto e materiale esplicativo hanno spiegato l'importanza della coscienza civica in dimensione planetaria.
Tutti i partner si sono sentiti coinvolti in questa esperienza di promozione e hanno riscontrato notevole interesse, intervenendo frequentemente nelle conversazioni per motivare le proprie preoccupazioni a ragione della tutela di un patrimonio artistico, come il nostro, da preservare e da incrementare.
Il nostro dirigente scolastico si è soffermato, pertanto, sulla mission educativa del progetto Erasmus Environmental Awareness, affinché si agisca sul soggetto in apprendimento su cui investire tutte le nostre forze, i nostri sforzi di crescita culturale e metodologica al fine di incrementare motivazione e sensibilità alla consapevolezza ambientale e permettere di costruire un mondo migliore dove vivere coscienziosamente.
Il successo del convegno, ottenuto grazie alla levatura dei temi e alla spendibilità dei contenuti, è stato seguito con grande fervore.
Infine, i vari partner hanno presentato le proprie scuole soffermandosi sulle modalità educative e didattiche che le contraddistinguono.
Un momento utile al confronto e all'arricchimento reciproco umano e culturale.
Nel pomeriggio, visita presso il locale oleificio San Giuseppe di Cottitto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento