rotate-mobile
Scuola

Borse di studio 2019/2020 del Libero consorzio, c'è tempo fino al 17 gennaio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Borse di studio 2019/2020: Fissato dalla Regione Siciliana entro 17 gennaio 2020 il termine per presentare le istanze per le famiglie degli studenti e le studentesse delle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie. Le domande dovranno essere presentate, esclusivamente, nell’Istituzione scolastica frequentata dagli studenti che ne hanno diritto.
Per tale scopo, nel sito internet dell’Ente “www.provincia.agrigento.it” nella sezione “Primo Piano” della home page, è disponibile il bando dell'Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale per l’assegnazione delle borse di studio con la relativa documentazione, incluso il modello della domanda da presentare.
Il bando per le borse di studio è destinato a quelle famiglie di alunni della scuola dell’obbligo e superiore, statale e paritaria, per contribuire alle spese sostenute per l’istruzione dei propri figli per l’anno scolastico 2019/2020. Le famiglie devono essere in possesso di un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore ad € 10.632,94. Gli studenti che frequentano le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado, inoltre, devono essere residenti nel territorio della Regione Siciliana. L'attestazione Isee da presentare è quella in corso di validità. Saranno prese in considerazione, esclusivamente, le attestazioni ISEE valide, ovvero, tutte quelle che non riporteranno alcuna “annotazione” di
omissione/difformità, a pena di esclusione. Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento, terminata la fase di verifica dei
requisiti, provvederà al pagamento degli aventi diritto quando saranno erogate le somme dalla Regione Siciliana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio 2019/2020 del Libero consorzio, c'è tempo fino al 17 gennaio

AgrigentoNotizie è in caricamento