Santa Margherita, il Ficodindia fest "applaude" al sesto Motor vintage

Pubblico delle grandi occasioni, domenica scorsa, a Santa Margherita Belice per ammirare da vicino lo splendore ed il fascino delle oltre cento auto e moto d'epoca

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il sesto "Motor Vintage", raduno organizzato dal Club auto e moto d'epoca Belice, in occasione della XVIII edizione del "Ficodindia Fest", svoltosi domenica a Santa Margherita di Belice, si è concluso con un successo inaspettato.

Pubblico delle grandi occasioni quello riversatosi nella centrale via Libertà, per ammirare da vicino lo splendore ed il fascino delle oltre cento auto e moto d'epoca, leitmotiv di giornata e capolavori assoluti della tecnologia di altri tempi, capaci di suscitare dolci ricordi di giovinezza nelle menti di chi le ha vissute, ma anche tanta curiosità e voglia di scoprire tra i più giovani. Premiato ed onorato, dunque, il lavoro della macchina organizzativa del pregevole Club auto e moto d'epoca Belice con sede a Sambuca di Sicilia, presieduto da Sergio Ciraulo e coordinato dal vice presidente Paolo Cacioppo: "Siamo molto felici e soddisfatti. Tante le auto e le moto che, ancora una volta, ci hanno premiato rendendo onore al 6° Motor Vintage, che quest'anno si fregia della presenza di esemplari ormai rari. Un grazie a nome del Club auto moto d'epoca Belice, ai miei collaboratori Filippo Seagal Azzeglio, Sebastian (Seb) Feudale, Roberto Marino, Piero Passalacqua, Antonio Gallucci, Antonio Rumore, Giuseppe Rumore, ai soci del Club auto e moto d'epoca Belice, all'amministrazione comunale per il patrocino, all'associazione volontari italiani sangue (AVIS) e la Corbera vini, per il contributo, agli sponsor privati per il sostegno e, non ultimo, alla gradita presenza sul campo del sindaco  Franco Valenti. Arrivederci al prossimo anno con l'impegno di far sempre meglio e soprattutto di crescere e contribuire ad edificare un contesto importante quale il "Ficodindia Fest"".

L'evento si è concluso sul podio allestito nella stessa piazza, dove, alla presenza del "Direttivo Club" sono stati sorteggiati i numeri della lotteria che hanno omaggiato con ricchi premi i più fortunati, ed in più sono state premiate con la consegna delle coppe e targhe ricordo, cinque vetture più datate insieme a tre motociclette. Sul podio ad annunciare vetture, moto e rispettivi proprietari, la voce dello sportivo Sebastian (Seb) Feudale, che con una spiccata verve ironica ha saputo trasformare la cerimonia in un gradito "siparietto di intrattenimento fra amici".

Tra le auto classificate: il 5° posto è andato alla Fiat 500 del 1970 di Vincenzo Parrino, (Castelvetrano). Al 4° posto la Fiat 600 del 1966 di Salvatore Midulla, (San Biagio Platani). Al 3° posto la Fiat 1100 D del 1963 di Giuseppe Bilello, (Sambuca di Sicilia). Al 2° posto la MGA 1600 del 1960 di Furoni Giordano, (Santa Margherita di Belice). 1° posto alla Fiat Balilla del 1932 di Piero Passalacqua, (Marsala). Tra le Moto classificate al 3° posto la Kawasaki del 1970 di Gabriele Azzeglio, (Menfi). Al 2° posto la Ducati del 1950 di Calogero Corso, (Menfi). 1^ classificata la Peugeot del 1924 di Piero Passalacqua, (Marsala). 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento