I medici di famiglia potranno eseguire i tamponi, Salvaggio: "Novità davvero importante"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Una novità importante frutto dell’accordo raggiunto tra il presidente della Regione Musumeci, le due sigle di categoria più rappresentative, la Fimmg e Intesa sindacale e l’associazione dei pediatri, con le quali è stato stabilito che i medici di famiglia eseguiranno i tamponi ai parenti di positivi e casi sospetti di coronavirus. Questa soluzione era già prevista da un piano nazionale, ma in Sicilia non era stata ancora recepita. Si tratta di eseguire tamponi rapidi ai cosiddetti contatti stretti, ovvero i conviventi e i parenti di un soggetto positivo accertato. Inoltre i medici di famiglia potranno controllare anche i “casi sospetti”, di chi sia certo di essere stato a contatto per almeno un quarto d’ora in ambiente chiuso con un positivo già accertato.

L’accordo prevede che queste due categorie di pazienti, potranno contattare – prenotando un controllo gratuito – il medico di famiglia che eseguirà i test nel proprio studio o in apposite aree individuate dall’Asp.

I più letti
Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento