menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Zambuto

Marco Zambuto

Chiuso l'accordo: Marco Zambuto è assessore regionale, a lui la delega agli Enti locali

Domattina il giuramento, l'ex primo cittadino era candidato forzista alle scorse amministrative. Il sindaco Miccichè: "Mai stati rivali, adesso collaboriamo"

Al momento non c'è alcuna conferma ufficiale dai diretti interessati, ma la fumata che si sarebbe alzata dallo studio di Gianfranco Micciché, riunitosi con i Forzisti nella serata di oggi sarebbe indubitabilmente bianca.

Marco Zambuto sarà assessore regionale. Dopo i rumors di oggi alla fine l'ex sindaco l'ha spuntata su altri nomi per andare a comporre la nuova squadra di Nello Musumeci. Il giuramento dovrebbe avvenire domattina e, stando agli accordi al momento raggiunti, a Zambuto dovrebbero andare gli Enti locali. Delega che piacerebbe poco a Forza Italia Agrigento, che avrebbe preferito quella all'Agricoltura che è invece andata al secondo ingresso Forzista in giunta, Antonino Scilla.

Nuovi assessori in giunta regionale, Zambuto tra i favoriti

Zambuto era approdato a Forza Italia alle scorse elezioni amministrative, diventando il candidato di mezzo centrodestra. Dopo la sconfitta per lui si parlò di un incarico regionale che è oggi arrivato. In realtà la sua vicinanza al partito risale a molto più tempo: da esponente Pd in area Renziana gli costò cara una visita a Berlusconi. 

La nomina di Zambuto, comunque, colma una ferita che si era aperta parecchio tempo fa dentro Forza Italia: dal varo del governo Musumeci infatti arrivano rassicurazioni palermitane sulla nomina di un assessore agrigentino che però finora è sempre sfumato.

Il sindaco Miccichè dà l'ufficialità: "Collaboriamo"

"Apprendo con vero piacere la notizia che il mio amico Marco Zambuto è stato appena nominato assessore regionale alle Autonomie locali dal presidente della Regione Musumeci".

L'ufficialità, in pratica, arriva dal sindaco Franco Miccichè che commenta: "Ne riconosco da tempo le qualità umane, professionali e politiche e non mi piaceva che nell’ultima campagna elettorale, ci siamo trovati in posizioni di competizione, anche se mai di rivalità. Ci siamo incontrati più volte nei mesi della campagna elettorale e sono stati sempre selfie e abbracci a dimostrazione che il nostro rapporto personale era ed è improntato al rispetto e alla lealtà. Nell’augurargli ora un sereno e proficuo lavoro, spero che nel nostro nuovo rispettivo ruolo, possiamo collaborare nell’interesse della Sicilia e degli agrigentini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento