menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'INTERVENTO: Zambuto: "Il Pdl non rappresenta più la città"

L'INTERVENTO: Zambuto: "Il Pdl non rappresenta più la città"

L'INTERVENTO: Zambuto: "Il Pdl non rappresenta più la città"

Il sindaco interviene a seguito del "reintegro" in Giunta di Giuseppe Putrone, autosospesosi dal...

“L’emorragia del Pdl a cui assistiamo in queste settimane testimonia il netto sfaldamento del partito berlusconiano ad Agrigento, dove nel 2008 fa raccoglieva il 48 percento dei consensi, ma che oggi non appare in grado di affrontare, neppure in una delle sue principali roccaforti, le sfide poste da una nuova fase politica drammatica e piena di incognite”. Il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, commenta così il rientro nella Giunta comunale di Giuseppe Putrone, già assessore alle Politiche sociali autosospesosi dal Popolo della libertà dopo la recente estromissione dei suoi rappresentanti dall’esecutivo comunale, dichiarando di voler continuare a servire la città e a voler sostenere il sindaco in carica.

Oltre a Putrone nelle scorse settimane hanno preso le distanze dal Popolo della libertà l’attuale capogruppo dell’Udc in Consiglio comunale Nino Amato, l’assessore Salvatore Bottone e l’ex coordinatore cittadino Giovanni Barbera.
 
“Altre defezioni sono nell’aria tra le fila del Pdl
– assicura Zambuto –  mentre il Terzo Polo rappresenta oggi l’elemento di unione in grado di attirare i moderati proponendosi come l’unica e principale forza in grado di intraprendere il percorso verso la ricomposizione l’innovazione politica nell’ambito di un nuovo scenario politico e sociale”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento