Approvato disegno di legge contro la violenza di ogni genere, Savarino: "E' un segnale importante"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“La tutela della donna richiede un lavoro di squadra che metta in rete sia gli assessorati alla Famiglia, alla Pubblica Istruzione ed alla Sanità, sia le associazioni, gli avvocati e gli ordini di polizia. Purtroppo le donne che subiscono violenza sono ancora troppe,  circa il 31% ed il 50% dei femminicidi avvengono per mano dei  partner.

In Sicilia, grazie al lavoro del Governo Musumeci, sono stati sostenuti doversi progetti rivolti alla tutela della donna, proprio il mese scorso sono stati stanziati mediante bando dall’ Assessorato alla Famiglia,  2,5 milioni di euro in favore delle case rifugio e l’Assessore Razza ha investito sull’ implementazione del codice rosa negli ospedali, ma non basta: dobbiamo lavorare sulla cultura delle nuove generazioni.

Serve puntare sull’ educazione, anche nelle scuole. Le nuove generazioni devono aver ben chiaro che la donna non è un oggetto, non si possiede. Il “maschio” che si macchia di violenza, lo fa perché ritiene la donna una cosa di suo possesso. Quindi, quando la donna fa scelte di libertà, questo “maschio” reagisce togliendole la vita. E’ inaccettabile. Dobbiamo insegnare ai nostri figli il valore del rispetto e della parità, dobbiamo spiegare loro il senso dell’amore: amare non è possedere. Amore è libertà e rispetto. L’approvazione di questo DDL da parte dell’ARS  è un segnale importante, purtroppo non abbiamo ancora eliminato il fenomeno ma siamo al fianco di tutte le donne che ci chiedono aiuto con atti concreti.”

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento