Gibilaro sul bambino morso da zecca: "La città vive nella depressione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Agrigento con voi è diventata anche questa : topi che mordono per strada i passanti. Oggi, apprendiamo del morso di zecca ai danni di un bambino della frazione di Villaseta. Frazione questa abbondanata completamente al proprio destino così come tutte le altre frazioni. La verità è una: gli agrigentini sono stanchi, delusi, amareggiati dall'incapacità amministrativa e politica di questo governo locale retribuito al massimo delle indennità.

L'unica cosa che avete creato è il  solco con le parti sociali, le associazioni di categoria, sindacati, le periferie gli anziani i deboli e i giovani. La città vive nella depressione questa è la verità. Una città invasa dai rifiuti, strade chiuse, strade vietate ai motocicli, centro storico che cade a pezzi, erosione fascia costiera, servizi non adeguati agli standard, tributi locali ai massimi livelli. ecc,ecc. Concludo ricordando che la valutazione di un'attività amministrativa va misurata dai problemi risolti,unico e chiaro indicatore dei passi avanti fatti rispetto alle amministrazioni precedenti, non facendo  colazione in alcuni B&b della città!

Fortunatamente manca solo un anno alla scadenza del mandato elettorale e mi auguro che il sindaco, i suoi assessori e i suoi consiglieri si ripresentino al giudizio degli elettori Agrigentini.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento