menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Variazioni di bilancio, parla Palumbo

Il partito di Rifondazione comunista, per bocca del suo consigliere comunale Antonio Palumbo...

In merito alle vicende legate alla recente approvazione delle variazioni di bilancio, il partito di Rifondazione comunista, per bocca del consigliere comunale Antonio Palumbo, esprime, da un lato, soddisfazione per il ruolo svolto dall’opposizione che è riuscita a fare approvare importanti emendamenti per il sociale, dall’altro esprime preoccupazione per la situazione politico-amministrativa che si è venuta a creare.

“Il lavoro svolto in questi mesi con i colleghi dell’opposizione, Fli e Ripensare Favara – dice Palumbo – ha dato i suoi frutti in sede di approvazione delle variazioni di bilancio: la costante attenzione per il sociale e per i nostri concittadini  in difficoltà ci ha permesso di stanziare somme importanti a favore degli Ex-Enauli e delle donne sole e in stato di difficoltà, prelevandole da capitoli di spesa inutili, ristabilendo così la giusta attenzione per queste fasce sociali completamente abbandonate da questa Giunta e da questa maggioranza. L’implosione della maggioranza non è altro che la normale conseguenza di quello che ormai affermiamo dal primo giorno di questa legislatura e cioè che ci troviamo di fronte ad una compagine amministrativa e Consiliare troppo eterogenea e divisa su tutto, con un’Amministrazione che ha voluto snaturare e mortificare il ruolo del Consiglio comunale, dove i consiglieri di maggioranza si erano ridotti semplicemente ad approvare passivamente decisioni non concordate con nessuno, prese nel chiuso delle stanze del Comune dal Triunvirato Manganella- Messinese- Bosco”.

Poi lancia una stoccata alla maggioranza. “La Coalizione  dei responsabili – continua Palumbo – ha mostrato tutti i suoi limiti perché era evidente fin da subito che mettere insieme tutto e il contrario di tutto pur di vincere non sarebbe stato un atto responsabile nei confronti della città, ma piuttosto un atto di furberia politica che alla lunga non avrebbe pagato; dopo aver vinto le elezioni, infatti, bisogna essere in grado di governare e il centrodestra a Favara ha ampiamente dimostrato, con Russello prima e con Manganella ora, di non essere in grado di governare la città. Ora, come gruppo consiliare, come partito politico, ma soprattutto come cittadini favaresi, chiediamo e pretendiamo chiarezza, i consiglieri di maggioranza ribelli devono chiarire il loro ruolo, e dirci se intendono continuare ad appoggiare il sindaco. Il primo cittadino deve al più presto dirci se è in grado o meno di proseguire la sua esperienza amministrativa. Riteniamo che non sia più il tempo dei giochetti politici e del teatrino dei pupi, Favara non può più permettersi questo tipo di politica, se ci sono i numeri e la volontà di governare seriamente la città si vada avanti altrimenti il Sindaco la Giunta e l’intera maggioranza prendano atto della situazione ed in modo 'responsabile' diano le dimissioni” conclude il consigliere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento