Variazioni nel bilancio, il consigliere Malluzzo: "Tagliate somme vitali per la nostra città"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nel ruolo del consigliere comunale sono incardinate tra le tante prerogative quelle del controllo, della vigilanza e soprattutto quello di agire nel solo ed esclusivo interesse dalla comunità. Ed è con questo spirito che ho giurato fedeltà alla Costituzione Repubblicana: agire nel solo ed esclusivo interesse della comunità che rappresento, Palma di Montechiaro.

Motivo per cui sento il dovere di notiziare la comunità che amministro di un fatto notevole.

Nella seduta del Consiglio Comunale di giorno 27 Febbraio, si è discusso su una variazione di bilancio (di una somma abbastanza esosa) per l’esercizio finanziario 2021. Tale variazione, consentirà l’istituzione di due titoli di spesa, nel bilancio 2020-2022, per fronteggiare le spese che si necessitano ai fini della candidatura della nostra Città a Capitale della Cultura 2021. Onde evitare strumentalizzazioni, così come ho già ribadito nella seduta di consiglio comunale del 27 febbraio, la mia persona si schiererà sempre e comunque a fianco di questa battaglia di riscatto sociale e culturale. L’eventuale promozione della nostra Città a Capitale della Cultura 2021 è una grande sfida che deve interessare tutti, senza divisioni alcune ma ci deve accomunare un’unica “casacca” quella di Palma di Montechiaro, così come ho ribadito nel mio endorsement pubblico mesi fa.  

Questo però non può portarci ad un vero e proprio sfacelo del comune e quello che è accaduto nella seduta del Consiglio Comunale di giovedì scorso altro non è che un possibile preludio. 

L’amministrazione comunale in carica con il voto favorevole di taluni colleghi consiglieri ha approvato la variazione di bilancio che ha causato tagli a capitoli vitali e nevralgici per il nostro paese. Sono stati sottratti ben 20.500 euro per il servizio dei trasporti dei nostri alunni, 46.000.00 euro per il servizio di bonifica e recupero del territorio, ben 107.300.00 per la manutenzione straordinaria delle strade comunali e della rete idrica e fognaria. Su quale basi o fonti razionali si possono prevedere dei tagli così forti? Come si può assentire a tutto ciò. Chiesi all’amministrazione di fermarsi, di riunirci tutti e analizzare in maniera più dettagliata la situazione economica e se fosse possibile provvedere a tagli alternativi. 

Come sempre però, per posizioni pregiudiziali si va avanti con i paraocchi, non si accettano le proposte legate al buon senso come quella del dialogo prima di assumere certe decisioni importanti. Questo però, potrebbe portare a serie responsabilità future.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento