rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Politica

Udc, Terrana e Cesa insieme per il “Grande centro unito nei valori comuni”

Incontro a San Leone per parlare di passato, presente e futuro del partito con il segretario nazionale e il coordinatore regionale

Un incontro con circa mille persone, a San Leone, per definire il futuro, parlando anche di passato e presente, dell’Udc sul territorio. Il coordinatore regionale Decio Terrana ha incontrato il segretario regionale Lorenzo Cesa. C’erano anche la senatrice Maria Fida Moro e i rappresentanti del partito a livello provinciale, regionale e nazionale. In prima fila anche la deputata regionale e segretario dell' Ufficio di presidenza dell'Ars Rosellina Marchetta. Dopo i saluti del coordinatore provinciale Udc Fabio La Felice, in rappresentanza delle donne è intervenuta Manuela Raneri manifestando pieno apprezzamento per il ruolo dell' Udc e delle sue politiche al servizio delle fasce più deboli. C’era anche Gero Palermo, responsabile nazionale dei giovani, che ha sottolineato l'esigenza di avvicinare i giovani al partito coinvolgendoli pienamente e mettendo al centro dell' azione politica lo sviluppo dei territori. Presente anche il sindaco di Francofonte Daniele Lentini che ha chiesto al partito un impegno al servizio dei valori non negoziabili e delle autonomie locali.

“Oggi è un giorno importante - ha dichiarato Decio Terrana - perché noto grande interesse e partecipazione nei confronti dell' Udc. Il nostro obiettivo, partendo dalla nostra storia, è quello di guardare al futuro con rinnovata speranza. Occorre tutti insieme costruire un grande centro unito nei valori che sia moderato, autorevole e rappresentativo, e che possa mettere al centro i valori della famiglia e della dignità della persona, l' esperienza vincente e sicuramente positiva delle passate elezioni regionali rappresenta un punto di partenza di una coesa unità nei valori comuni con la DC che deve concretizzarsi adesso con l' impegno politico di tutti i nostri rappresentanti istituzionali a tutti i livelli. Esprimo forte preoccupazione - continua Decio Terrana - sul tema dell' autonomia differenziata, non è possibile una politica che divide in due il Paese e che non tiene conto delle nostre peculiarità sociali ed economiche, il Paese cresce insieme se unito e solidale, il Sud non deve essere dimenticato e non servono differenze stipendiali che creano divisioni sociali ed economiche. Da Agrigento noi rivendicheremo con forza le ragioni della nostra politica moderata che deve essere al servizio di tutti i cittadini da nord a sud senza differenziazioni e presto creeremo le condizioni politiche per la creazione unitaria di un grande partito che possa dare finalmente rappresenza al mondo cattolico e a quanti si ritrovano nei valori moderati, contro gli estremismi, il populismo e gli egoismi di parte”.

Il segretario nazionale Lorenzo Cesa ha auspicato una politica che possa affrontare con serità i temi legati alle carenze infrastrutturali e ai problemi della sanità, burocrazia e dell' agricoltura. "In politica - ha detto - non occorre elencare i problemi ma impegnarsi concretamente per risolverli, mettendo al centro i bisogni delle persone, presto organizzeremo a livello nazionale un incontro per coinvolgere tanti soggetti che hanno a cuore l' esigenza di impegnarsi per una politica di centro e che sono coerenti con i valori che noi portiamo da sempre avanti con orgoglio e coerenza, il nostro deve essere un faro per una politica moderata che deve far diventare l' Italia protagonista anche in Europa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udc, Terrana e Cesa insieme per il “Grande centro unito nei valori comuni”

AgrigentoNotizie è in caricamento