Tuzzolino nel consiglio dei beni culturali, Fontana: "Figura di primo piano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Una figura di primo piano nel panorama culturale dell’Isola dalla quale è naturale e automatico attendersi il meglio. Ccosì il deputato Ap Vincenzo Fontana sulla nomina per decreto presidenziale del professore universitario Giovanni Francesco Tuzzolino nel rinato Consiglio regionale dei beni culturali e ambientali, ricostituito dall’assessore Vermiglio e per la rinascita del quale Fontana si era battuto durante tutta la legislatura ora agli sgoccioli.

Un coronamento dell’ottimo lavoro svolto dall’assessore regionale al ramo, Carlo Vermiglio – riprende il vicecapogruppo di Alernativa Popolare all’Ars – a integrare la sua riuscita ricomposizione di un organo collegiale di grande rilevanza per tutto il territorio isolano, il quale giaceva tre le pastoie burocratiche sin dal lontano 2009. Un percorso lungo e faticoso – cominciato con la riforma del 2015”.

L’insediamento del profesor Tuzzolino, oggi docente presso l’Università degli Studi di Palermo, è anche motivo di orgoglio per la provincia agrigentina, insieme con quella del già precedentemente insediato archietto Giuseppe Parello, direttore del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi. Due personaggi pubblici e di cultura di alto profilo che – conclude Fontana –sapranno operare per la valorizzazione e il rilancio del nostro patrimonio culturale che il mondo intero ci invidia. A Tuzzolino, Parello e a tutto l’organismo vanno i nostri auguri di buon lavoro.

Per completare il Consiglio, che sarà molto più snello del suo predecessore visto che la riforma prevede 14 componenti a fronte dei 54 del vecchio ordinamento, si attende adesso la nomina dell’ultimo membro, quello designato per norma dalla Conferenza episcopale.  

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento