Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Il turismo anima lo scontro politico: Forza Italia all'attacco, il Comune replica

Il tema della gestione degli eventi di richiamo e l'accoglienza fornita ai turisti diventano benzina sul fuoco del confronto tra ex alleati

Resta alto il livello di scontro tra ex alleati al Comune di Agrigento sul tema della "vocazione" turistica della città. 

Dopo una prima nota di lunedì scorso, i consiglieri comunali di Forza Italia sono tornati oggi alla carica, stigmatizzando con forza come, se è vero che sono stati i turisti in città, pochi sono stati i servizi offerti agli stessi in termini di pulizia, decoro, parcheggi disponibili e gestione del traffico. 

"La città nelle vie principali - dicono i consiglieri - si presenta sporca e trasandata. Parcheggio selvaggio nel centro e turisti esasperati senza adeguate indicazioni. A Porta di Ponte, mentre tanti giovani turisti passeggiano in cerca di un ristorante, cumuli di rifiuti, pattumiere stracolme e marciapiedi anneriti dal percolato dei sacchetti di spazzatura. La mattina mentre i turisti sono a fare colazione nei bar, grossi mezzi maleodoranti ritirano la spazzatura ignari del passaggio dei pedoni. Tutto questo mentre gli assessori alla cultura e al turismo esultano per il cartellone di eventi proposto ad agosto e finanziato con i soldi della tassa di soggiorno, distribuiti senza alcuni criterio di scelta, la pubblicazione di un adeguato bando e la necessaria pubblicità. Va ricordato - continuano - che i proventi della tassa devono essere utilizzati per altri scopi e per questo motivo i toni trionfalistici degli amministratori, riportati da alcuni giornalisti sulla stampa locale, sono da campagna elettorale".

Oltre alla nemmeno troppo velata critica alla stampa, i consiglieri hanno puntato inoltre il dito alla gestione del traffico nell'area della Valle ("bastava predisporre bus navetta e dirottare le auto in città", dicono), ricordando come l'area di Cugno Vela sia ancora vuota e i rischi per la sicurezza siano stati innumerevoli.

Accuse a cui il Comune, diversamente dal solito, ha voluto replicare attraverso una lettera firmata direttamente dall'assessore Francesco Picarella. "Che il turismo quest’anno non avrebbe avuto numeri da capogiro era scontato vista la pandemia, pur non di meno le strutture ricettive nel periodo luglio e agosto hanno registrato numeri positivi che fanno ben sperare per il futuro - dice -.  Sicuramente tante criticità bisogna affrontare ivi compresa quella della del servizio di pulizia, prestazione che è giusto ricordare è il frutto di un contratto stipulato nella precedente consiliatura, quando si è passato alla raccolta differenziata porta a porta. Un servizio che ha presentato subito molteplici difficoltà".

Picarella dirige subito la sua replica al consigliere Carmelo Cantone, presidente della commissione Turismo e principale accusatore, sui temi che sono collegati ad esempio alle somme spese per gli eventi estivi.

"Singolare che da tempo critichi la scelta di approntare un cartellone di eventi estivi, quando proprio dai verbali della commissione più volte ha inserito questo punto all’ordine del giorno - dice Picarella -. Cartellone estivo realizzato su proposta della stessa commissione, tanto che in svariate occasioni ha invitato in commissione i rappresentanti delle compagnie teatrali della città, dichiarando di ringraziare il sindaco per 'aver visto di buon occhio ciò che ha pensato la V commissione consiliare' ". 

Secondo Picarella quella di Cantone è stata una "giravolta sicuramente dettata dallo strappo che Forza Italia ha fatto nel mese di giugno, portando alle dimissioni dell’assessore Scinta, ed uscendo dalla maggioranza. Episodio che probabilmente ha fatto perdere la memoria al consigliere Cantone, ma a ricordarlo sono proprio i verbali della commissione, pubblicati sul sito web del Comune. Hanno ragione i consiglieri di Forza Italia, lo sviluppo di servizi navetta per decongestionare il traffico doveva essere una delle priorità. Magari per avere una risposta possono rivolgersi proprio all’ex assessore Scinta, espressione proprio di Forza Italia che fino a fine giugno ha mantenuta la delega alla gestione e sviluppo della mobilità e dei trasporti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il turismo anima lo scontro politico: Forza Italia all'attacco, il Comune replica

AgrigentoNotizie è in caricamento