menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aurelio Trupia, presidente del Consiglio comunale di Agrigento

Aurelio Trupia, presidente del Consiglio comunale di Agrigento

Agrigento, il presidente del Consiglio: "Mai avuto collaborazione da sindaco o Giunta"

Aurelio Trupia, intervistato da Marilisa Della Monica, non usa mezzi termini: "Non è stata mai avviata un'azione di stretta collaborazione tra sindaco e Consiglio, come lo stesso Zambuto aveva annunciato"

"Cosa mi aspetto da questo nuovo anno di consiliatura? Sicuramente una concreta stretta collaborazione tra il Consiglio e l'Amministrazione, cosa che lo stesso Sindaco auspicava in occasione della famosa delibera di istituzione dell’Imu". Il presidente del Consiglio comunale di Agrigento, Aurelio Trupia, si toglie qualche sassolino dalla scarpa: niente mezzi termini, niente giri di parole: "Non è stata mai avviata un'azione di stretta collaborazione tra sindaco e Consiglio comunale, come lo stesso Marco Zambuto aveva annunciato". Lo afferma a circa un anno di distanza dall'elezione della nuova assise cittadina, in un'intervista rilasciata a Marilisa Della Monica per il settimanale cattolico "L'Amico del Popolo" (www.lamicodelpopolo.it).

Rispondendo ad una domanda della giornalista Della Monica, che chiedeva circa i rapporti con sindaco e Giunta, Trupia ha affermato che "da un punto di vista personale, i rapporti sono cordiali. La stessa cosa non posso affermare dal lato istituzionale. È vero, siamo stati chiamati ad atti di grande responsabilità (aliquote Imu ed Addizionale Irpef al massimo, assunzioni di mutui), ma questo solo per il bene della città, per evitare conseguenze catastrofiche sia per il personale dell’Ente che per i fornitori. A questi atti di responsabilità doveva seguire un’azione di stretta collaborazione tra sindaco e Consiglio comunale, di fatto mai avviata".

Parlando di bilanci (quello di previsione e quello consuntivo), il presidente del Consiglio ha anche detto che "in questi due documenti troviamo la sintesi di quella attività di controllo (bilancio consuntivo) ed indirizzo (bilancio di previsione), che vengono intestati in capo al Consiglio Comunale. Queste attività di fatto vengono sminuite dal continuo reiterarsi, quasi in maniera sistematica e scientifica, col ritardo con cui questi atti vengono messi a disposizione del Consiglio Comunale e di conseguenza l’esiguo tempo a disposizione dei Consiglieri per le proprie osservazioni".

Trupia affronta anche la questione del "vizio" che ha il sindaco Marco Zambuto nel comunicare le azioni amministrative tramite la stampa. "Questa - ha detto Trupia - è l’evidente dimostrazione della scollatura che esiste tra sindaco, Giunta e Consiglio comunale. Penso ad esempio che l’azione di rimuovere le ringhiere della Villa Bonfiglio necessitava quanto meno di un passaggio in Consiglio Comunale, perché se è vero che il Sindaco è eletto direttamente dai cittadini, anche il Consiglio Comunale è diretta espressione degli stessi per cui quando determinate azioni interessano l’intera collettività queste devono essere discusse ed approvate in seno al Consiglio Comunale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento