rotate-mobile
La polemica / Sciacca

La Vardera "respinto" alle Terme di Sciacca: "Violati i miei poteri ispettivi"

Il deputato regionale accusa sindaco e liquidatore della società di non avergli aperto le porte

“Incredibile che sindaco e liquidatore hanno le chiavi delle terme abbandonate ma nessuno ha voluto aprire. Tutti mi hanno rimbalzato a Silvio Cuffaro, fratello di Totò, che però non ha mai risposto al telefono. Da una giornata mi sento dire che il bene è 'della Regione' quando qui oggi sono io il rappresentante della regione che, fra le mie funzioni ispettive, posso visitare luoghi abbandonati dalla politica".

Lo ha detto il capogruppo all’Ars di Sud chiama nord, Ismaele La Vardera, dopo la visita nella cittadina di Sciacca.

Il deputato aggiunge: "Ma com’è possibile che un bene pubblico non sia accessibile? Cosa ci sarà di tanto grave da impedirmi una visita? Su questa vicenda preparerò un’interrogazione all’assessore regionale Marco Falcone perché questa situazione, dove dirigenti e politici si sentono al di sopra della legge, deve finire". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Vardera "respinto" alle Terme di Sciacca: "Violati i miei poteri ispettivi"

AgrigentoNotizie è in caricamento