rotate-mobile
L'intervento

Stato di emergenza per la crisi idrica, Miccichè: "Accolto il mio appello"

Il sindaco di Agrigento commenta la decisione del governo regionale di stanziare subito 20 milioni di euro

Il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, ha espresso apprezzamento a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale relativamente alla crisi idrica in Sicilia, e del conseguente primo stanziamento di 20 milioni di euro per gli interventi immediati.

Miccichè aggiunge: "Ringrazio il ministro Musumeci per avere accolto e condiviso il mio accorato appello rivoltogli in due recenti occasioni. In particolare a Gaeta, al Forum sul Mare, gli ho personalmente consegnato un apposito documento che adesso ha sortito effetti positivi. Plaudo ancora una volta al costante e proficuo impegno del presidente Schifani a sostegno delle istanze più incombenti nel territorio, soprattutto agrigentino".

Il sindaco sottolinea inoltre: "Il governo Meloni ha riconosciuto la provincia di Agrigento tra le più afflitte dalla crisi idrica, e pertanto destinataria dei primi interventi a tampone. Tutto ciò è ulteriore conferma della efficacia delle modalità che ho impresso da sempre al mio agire politico, ovvero spontaneo, genuino e incisivo, per nulla incline agli annunci e ai facili riflettori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato di emergenza per la crisi idrica, Miccichè: "Accolto il mio appello"

AgrigentoNotizie è in caricamento